Pietro Di Sarcina, sergente cannoniere

a cura di Carlo Di Nitto (Presidente A.N.M.I. Gaeta)

Morto a Port Mahon (Isola di Minorca – Spagna) per le gravissime ferite riportate nell’affondamento della Regia Corazzata “Roma”.
Mare Mediterraneo (Golfo dell’Asinara – Sardegna), 9 settembre 1943.
(foto p.g.c. della Famiglia)

Pietro Di Sarcina

Questo articolo è stato pubblicato in Marinai, Navi, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

22 risposte a Pietro Di Sarcina, sergente cannoniere

  1. Marino Miccoli dice:

    Questo giovane Sergente apparteneva a quella categoria speciale di MARINAI che sono i CANNONIERI. Proprio la stessa specialità di cui per ben 32 anni ha fatto parte mio padre.
    Onore a Lui e a tutti i Caduti e dispersi della corazzata Roma.
    Un ringraziamento particolare al Presidente ANMI di GAETA Carlo Di Nitto che ci ricorda il sacrificio di questi nostri MARINAI.

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Per non dimenticare, mai!

  3. PALAZZESE ALDO dice:

    GIOVANI VITE SPEZZATE IERI COME OGGI DA UNA COSA CHE SOLO LA STOLTEZZA E LA MIOPIA UMANA SANNO PRODURRE …. LA GUERRA.. FATTA DA TANTI, TROPPO SPESSO, NELL’INTERESSE DI POCHI !!!!

  4. Salvatore Lo Cascio dice:

    Ricordo gli occhi del mio caro papà quando raccontava quell’episodio…lui come tanti altri ha visto affondare la corazzata e perso anche amici d’infanzia…ricordo quegli occhi che grondavano lacrime ricordo le guance solcate da quelle lacrime ….ricordo ancora quella sua parola “Perchè “…..A perenne ricordo ..che i giovani sappino che le guerre ..vicine o lontane non portano nulla di buono. ….

  5. Gigi Fois dice:

    Ciao Ragazzi, buon lunedi..quanto materiale interessante

  6. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Gigi Fois a te e a tutti che mi permettete di andare avanti…per non dimenticare il nostro passato di marinai di una volta e quindi di marinai per sempre. Un abbraccio

  7. Capelli Bruno dice:

    io ci nascevo in quell’ anno però mi sento triste come se ci fossi stato.
    w la marina e onore a loro che sono periti per la patria se oggi si può
    chiamare ancora così…………..l.s.i.n.m.

  8. Ivan Giulianotti dice:

    Potranno fare di tutto … Toglierci le navi i vessilli , le divise bianche ma non ci toglieranno mai dico mai l’orgoglio di aver servito nella Marina Militare Italiana!!!!!!!!!

  9. Domenico Donato dice:

    un ricordo e una preghiera per tutti quelli che perirono nell’affondamento .

  10. Michele Di Liberto dice:

    o n o r e

  11. Anna Di Cerbo dice:

    Quanta bella Gioventu’, immolata per la Patria, con tutti i loro sogni, le speranze…..Onore a questi eroici figli !!

  12. EZIO VINCIGUERRA dice:

    La meglio gioventù

  13. Bruno Caleffi dice:

    Ciao a tutti, caro Ezio, domani torno dal mio caro amico Lorenzo, che in quell’occasione, imbarcato sull’Orsa, li soccorse. Quanti ricordi, era internato a Mahon per oltre un anno e mezzo. Lucidissimo a 92 anni rivive tutti i momenti. Con un caro amico, gli portiamo un filmato inedito dell’affondamento della Roma.

  14. Bruno Caleffi dice:

    Ciao Carlo, buona sera, sono pagine di vita chi non vanno dimenticate, come fai tu che ce le ricordi e riproponi per ricordare, Grazie di cuore fratello d’onda.

  15. Carlo Luigi Crea dice:

    ONORI

  16. Ornella Aimone dice:

    Onore a lui e alla sua famiglia!

  17. Salvatore Spoto dice:

    Il canto del mare culli la tua anima. Riposa in pace

  18. Gennaro Sicignano dice:

    Alto l’onore..

  19. Giacinto Del Bianco dice:

    Sarà sempre nella nostra memoria insieme a tanti altri.

  20. Virginia Federico dice:

    R.I.P. PIETRO

  21. Iacono Francesco dice:

    come mai morì in Spagna?

  22. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Iacono Francesco prova a digitate mamma mahon sul motore di ricerca sul blog…io preferire che ti rispondesse direttamente il presidente Carlo Di Nitto. Un abbraccio a voi tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *