Il monumento di Luigi Rizzo a Milazzo è in degrado


…riceviamo ed amaramente pubblichiamo da Giuseppe Messina, informando che già l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia (con lettera a firma dell’ammiraglio
Paolo Pagnottella) aveva segnalato, a suo tempo, lo scempio al Signor Sindaco del Comune di Milazzo.
Un popolo che non riconosce la sua storia e che non arrossisce alla vergogna è un popolo destinato a soccombere. Del resto “Qualcuno” lassù disse: nessuno è profeta in Patria. Quanta verità nel Vangelo di Cristo.
(
Pancrazio “Ezio” Vinciguerra)

Le condizioni in cui versa il Monumento di Luigi Rizzo a Milazzo alla data del 2.9.2013 - www.lavocedelmarinaio.com

La dignità e il concetto di Nazione
di Giuseppe Messina

La dignità di una nazione non è polvere giunta dal deserto oppure una astratta emozione sotto le stelle, sopra il mare aperto.
La dignità di una nazione è quella che il popolo deve avere e non vi è scusa, no, non vi è ragione per affidarla ad un puttaniere.
Provo vergogna di questo momento in cui siamo andati fuori via, sul mare aperto sconvolto dal vento che porta, tempestoso, la bugia.
Gli sguardi pongono interrogativi e i visi onesti sono tutti irati, proprio tutti hanno dei motivi per essersi scoperti abbandonati.
La dignità di una nazione è stata affidata ai pirati che cercano scampo dalla prigione con falsità e più gravi reati.
Italia gloriosa, affossata da chi legiferando crea inganni e come prostituta l’ha sfruttata; beffa atroce dopo tanti danni.
Italia gloriosa, indifesa da chi non ferma tanta decadenza bloccata dalla casta, vilipesa; spero il popolo riprenda coscienza.
Spero, ma io non ho più tempi lunghi, pertanto posso solo seminare, dove sono ormai lignei i funghi tanto da non potersi masticare.
Spero germogli qualche mia parola e giunga a chi la ripeta ancora, perché non rimanga unica e sola, finché rinasca la nuova aurora.
Spero giunga il sole dell’intelletto a riportare dignità e rigore fino a creare il potente effetto che renda innocuo il mentitore.

 

Monumento di Luigi Rizzo di Premuda a Milazzo alla data del 2.9.2013 - www.lavocedelmarinaio.com

Per saperne di più su Giuseppe Messina

http://www.lavocedelmarinaio.com/2010/04/giuseppe-messina/

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Curiosità, Marinai, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

25 risposte a Il monumento di Luigi Rizzo a Milazzo è in degrado

  1. Marino Miccoli dice:

    Il maestro Giuseppe Messina si dimostra essere sempre un grande nella profondità e giustezza delle sue attente riflessioni; questa che parla della dignità della Nazione in attesa di una “nuova aurora” rispecchia i sentimenti di molti di noi e di tutti quegli Italiani veri che amano la propria Terra e sperano in un avvenire migliore.
    Grazie per le sue accorate e sincere parole, maestro Giuseppe Messina.

  2. Giuseppe Messina dice:

    Carissimo Ezio, ormai sono passati degli anni e sono cambiate le Giunte amministratrici della città, ma a Milazzo la vergogna di un monumento all’eroe nazionale Luigi Rizzo sfregiato è sempre lì, da quando noi l’abbiamo evidenziato e denunciato. Ricordo che subito dopo l’estirpazione del primo siluro, da parte d’ignoti vandali avevo fatto notare che l’Amministrazione Comunale avrebbe dovuto installare una valida videosorveglianza, ma chi amministrava Milazzo è rimasto sordo, e pensare che avrebbero preso, come si suol dire, con le mani nel sacco chi ha esportato il secondo siluro del M. A. S. che adesso è lì sull’onda marmorea in attesa che, magari gli stessi ignoti, lo portino via. Fino adesso, così come si sono disinteressati, nessuno degli Amministratori passati e presenti mi ha contattato per restaurare il monumento. “Ai posteri l’ardua sentenza”…

  3. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Giuseppe Messina, informando l’opinione pubblica che già l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia (con lettera a firma dell’ammiraglio Paolo Pagnottella) aveva segnalato, a suo tempo, lo scempio della tua nobile opera, al Signor Sindaco del Comune di Milazzo, mi preme sottolineare che un popolo che non riconosce la sua storia, i suoi figli migliori, i suoi artisti, e che non arrossisce alla vergogna è un popolo destinato a soccombere. Del resto “Qualcuno” lassù disse: nessuno è profeta in Patria. Quanta verità nel Vangelo di Cristo.

  4. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Marino Miccoli e grazie per la tua nobile e sincera testimonianza d’affetto. Chi meglio di te può comprendere? Un abbraccio

  5. FILIPPO BASSANELLI dice:

    Le foto sono state inviate a chi di dovere.

  6. FILIPPO BASSANELLI dice:

    🙂 ciao Filippo nobile Marinaio e Signore d’altri tempi…si sente fin qui la puzza del pesce che qualcuno ha ricevuto. UN abbraccio e non abbassiamo la guardia.

  7. Marinaio di Lago dice:

    Ciao Ezio e grazie per l’informazione. Questo accade nel luogo dove è nato il nostro Eroe a cui la Marina Militare e quindi la Repubblica ha dedicato la sua Festa.
    E’ sconcertante

  8. Francesco Melis dice:

    milazzo cittadina della sicilia che non riesco a dimenticare

  9. Francesco Iacono dice:

    ahi ahi ahi Milazzo, veramente mi faccio meraviglia una bella cittadina che può annoverare tra i suoi cittadini il grande Luigi Rizzo, il marinaio dei marinai, tenere così il monumento in suo onore… sono sicurissimo che il sindaco e la cittadinanza presto sistemeranno tutto!

  10. Pietro Rossi dice:

    non mi ricordo per quale evento si andò a Milazzo con la nave……..alle nostre salve di saluto, risposero, non avendo cannoncini per le salve di saluto rituali, spararono i mortaretti di fuochi artificiali……..(doveva essere l’anniversario dello sbarco di Garibaldi=)

  11. Francesco Iacono dice:

    la cittadina e i milazzesi meritano, sono di coscienza… sicuramente è stato un incidente di percorso e riusciranno presto a sistemare tutto come fecero con i fuochi artificiali al posto dei cannoncini a salve

  12. Pietro Rossi dice:

    sicuramente si..

  13. Francesco Montanariello dice:

    Ormai, le amministrazioni dimenticano quelli che hanno data la vita per noi tutti.-

  14. Michele Di Liberto dice:

    ciao ezio ma la manutenzione nn la fa l’associazione di milazzo se l amministrazzione comunale nn cia fondi un caro saluto amici marinai di milazzo

  15. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Giuseppe Messina, e ciao a tutti gli amici.
    Con la presente per informare l’opinione pubblica che già l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia (con lettera a firma dell’ammiraglio Paolo Pagnottella) aveva segnalato, a suo tempo, lo scempio della tua nobile opera, al Signor Sindaco del Comune di Milazzo, mi preme sottolineare che un popolo che non riconosce la sua storia, i suoi figli migliori, i suoi artisti, e che non arrossisce alla vergogna è un popolo destinato a soccombere. Del resto “Qualcuno” lassù disse: nessuno è profeta in Patria. Quanta verità nel Vangelo di Cristo.
    SE AVETE A CUORE CONDIVIDETE E TAGGATE LE FOTO CON I VOSTRI AMICI

  16. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Michele Di Liberto, purtroppo e “sottolineo e virgoletto” non siamo a Venaria e, da non credere, a Milazzo cittadina dove è nato il nostro Eroe, non c’è neanche l’A.N.M.I.
    C’è un artista, Giuseppe Messina, che si ostina come me a non far cadere nell’oblio la sua e nostra opera, c’è una Capitaneria di Porto ma istituzionalmente potrebbe anche dire che non è di propria competenza, c’è una o più amministrazione comunale che si succedono ma a giudicare dalle foto spero abbiano alte priorità di intervento e c’è anche un gruppo di amici down A.I.P.D MILAZZO con dei colleghi che hanno problemi ben più seri che quando possono vanno a togliere le cartacce.

  17. FILIPPO BASSANELLI dice:

    Sono d’accordo caro EZIO.

  18. Massimo Rossi dice:

    non “mi piace”

  19. Gianfranco Gianpietro dice:

    E’ vergognoso anche se ormai questo è in paese dove i valori ed i ricordi vengono giornalmente calpestati.

  20. Tonino Recupero dice:

    ciao MAESTRO PANCRAZIO che scempio…

  21. Serra Michele dice:

    Ê una vergogna –

  22. Umberto Falcone dice:

    E’ vergognoso vedere orribili oscenità, Milazzo non merita Eroi come Luigi Rizzo.CHE SCHIFO.

  23. EZIO VINCIGUERRA dice:

    mi hanno appena comunicato che anche il monumento Nazionale ai Marinai di Brindisi versa in cattive condizioni e che il 9 p.v. in occasione della ricorrenza ci sarà un gruppo di sostegno a favore dei nostri Frà Salvo e Max

  24. Peppe Cicala dice:

    Ciao Ezio, durante l’l’ultima esercizione terminata ieri, chiacchieravo con un caro collega, il quale mi diceva che al cimitero di Milazzo, (la sua signora è di quella città), ha visto la tomba di LUIGI RIZZO, in stato di abbandono. Sono diventato rosso per la rabbia, le vene del collo mi si sono gonfiate…Gli ho chiesto che non appena dovesse ricapitare di ritorinare a Milazzo, di fare una foto alla tomba dell’eroe dimenticato. Quella foto vorrei inviartela qui su Fb, affinchè tu possa fare un articolo. Siamo eroine quando moriamo, ma prima e dopo la morte siamo solo dei numeri. Anche se sei Medaglia d’Oro al Valor Militare. Cè squasce…

  25. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Peppe è ormai da due anni che con il maestro Messina, cerchiamo di convincere una amministrazione comunale che dice di non avere soldi in programmazione, con ANMIPRES che ha scritto una lettera due anni fa ma è caduta nel dimenticatoio e con lo stato minore della forza armata che fa orecchie da mercante. In pratica e in buona sostanza ognuno dice di non dire e non agisce.
    L’unico intervento telefonico dai piani altissimi è pervenuta alla locale Capitaneria ( Milazzo non ha A.N.M.I. ed è un paradosso!) che con l’aiuto dei soliti marinai di buona volontà fa quel che può.
    Un abbraccio e se digiti a ritroso nel sito troverai conferma di quello che affermo leggendo anche i vostri commenti.
    Un abbraccio
    P.s. AGERE NON LOQUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *