27.9.1915, sabotaggio della regia corazzata Brin

a cura di Antonio Cimmino

Cera una volta un arsenale che costruiva navi e c’erano anche dei vili vigliacchi che le affondavano.
…per non dimenticare mai.

Regia nave Benedetto BRIN - www.lavocedelmarinaio - Copia

La regia corazzata Benedetto Brin fu costruita nel 1901 presso il cantiere navale di Castellammare di Stabia (Napoli). Nave ammiraglia della 6^ Divisione Navi Scuola in onore di colui che ne porta il nome, il 27 settembre 1915 si trovava alla fonda presso l’avamporto di Brindisi. Alle 08.00, mentre era da poco era terminata la cerimonia dell’alza bandiera, un forte boato proveniente dal deposito munizioni di poppa fa affondare la nave.
A causa dell’esplosione la torre poppiera, scaraventata in aria, si abbatté violentemente sul fianco sinistro, facendo affondare rapidamente la nave sui fondali.
I superstiti furono 9 ufficiali e 473 membri dell’equipaggio mentre persero la vita 21 ufficiali  e 433 membri dell’equipaggio. Non si seppe mai “ufficialmente” di chi fu l’opera del sabotaggio e il perché di questa vile vigliaccata.

Questo articolo è stato pubblicato in C'era una volta un arsenale che costruiva navi, Che cos'è la Marina Militare?, Curiosità, Marinai, Navi, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

17 risposte a 27.9.1915, sabotaggio della regia corazzata Brin

  1. Maria Carla Torturu dice:

    I NEMICI DEL MARE

  2. Di Lorenzo Giuseppe dice:

    nemici dell’umanità vorrai dire, non solo del mare.

  3. Ciro Laccetto dice:

    “Sotto le onde prepara inesorabilmente la vittoria”

  4. Nico Vernì dice:

    “Cari amici, io invece mi sento impotente e ripetitivo perche’ cio’ che posso dirvi ora come segno di apprezzamento e’ solo e sempre grazie. Ma cos’altro potrei dire, cos’altro potrei fare per dimostrarvi la mia riconoscenza? Essere Italiano e’ una ricchezza, che puo’ saperlo solo chi lo e’, essere Italiano e’ come il sentimento dell’amore non si puo’ toccare, non lo si puo’ vedere, e’ tanto astratto quanto forte e radicato in ognuno di noi”.

  5. Silvana De Angelis dice:

    eroi di tutti i giorni

  6. Vito Maraffa dice:

    Grazie caro per le belle foto delle nostre Navi che l”ANMI di C/mmare mi da la possibilità di apprezzare attraverso i tuoi link. Un caro saluto

  7. Enzo Gangemi dice:

    condivido le parole espresse nell’articolo

  8. Lina Petrini dice:

    Una tristissima pagina della nostra storia.

  9. Marinaio di Lago dice:

    Ciao Ezio..già! la nostra storia è piena anche di vigliacchi e di irriconoscenti. Un abbraccio

  10. Mario Carapucci dice:

    Condivido anch’io le parole e i commenti

  11. Salvo Villa dice:

    Ciao Ezio, non sapremo mai il fattaccio.

  12. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Purtroppo no! Come puoi notare Salvo Villa carissimo, già da ille tempore ci facevamo del male… chissà se qualcuno del gruppo conosce i retroscena. Un abbraccio

  13. Lina Petrini dice:

    Ciao Ezio. Non ho potuto fare a meno di pensarti davanti a questa nave.
    Già. I vigliacchi e gli irriconoscenti non scarseggiano mai. Purtroppo.
    Un abbraccio anche da parte mia.

  14. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Lina, la storia si ripete, purtroppo! Un abbraccio

  15. Rosario Rizzuto dice:

    Ciao Ezio, condivido

  16. Silvana De Angelis dice:

    ►◄(((((°►Chi non sa qual sia la via che conduce al mare…
    non respirerà mai l’odore della quiete.◄°))))►◄

  17. giovanni dice:

    e’ possibile risalire all’elenco di chi c’era sulla corazzata il giorno dell’affondamento?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *