Emigrante di Poppa, col Palinuro e la Sicilia nel cuore

Pino Sammartano

Pino Sammartano per www.lavocedelmarinaio.comGentile Ezio,
ho letto subito il tuo libro di struggente malinconia, quanti sogni comuni ritrovati, quanto profumo di Sicilia antica ritrovato, traspariva l’immagine di perfetti cannoli siciliani nella descrizione di quel vecchio pasticcere così da te bene descritto. I ricordi del cuore, come canta il maestro Minghi, rimangono e il carattere dei vecchi genitori cosi profondamente radicati nella storia di questa antica nazione che è la Sicilia . Perché nonché se ne dica, quella terra ha la prerogativa di Nazione ,persino i detrattori, quando malignamente in un delinquente sottolineano l’origine siciliana inconsapevolmente danno alla Sicilia lo status di nazione . Mai un delinquente viene paradigmato di origine piemontese, lombardo etc.. I conquistatori che si stabilivano in Sicilia ne abbracciavano la “Sicilianitudine “ descritta da Sciascia diventando essi stessi siciliani, mentre i siciliani non divenivano Greci Romani o Arabi o Spagnoli. Situazione così bene descritta nel Gattopardo di Tomasi di Lampedusa . A sua volta il siciliano rimane anche dopo anni di emigrazione “ Di Poppa” come tu bene descrivi profondamente ,”Isolano”.
Peccato che nel libro tu ti fermi alla pubertà non spingendoti oltre, mi sarebbe piaciuto ci avessi racconto il vissuto adulto e l’impatto con la con le responsabilità e un po’ di marina sarà per il secondo libro.
Se vai nel mio profilo Fb troverai molte passioni comuni come l’amore per la musica , ho cominciato a suonare una tastiera Farfisa Rodeo a trent’anni, tropo tardi, suono malissimo, ma quanto basta per poter comporre qualche canzone ,come “Palinuro Nave D’ombra “ che potrai ascoltare nel mio sito su You tube o nel mio profilo fb.
Un caldo abbraccio e alla prossima, fammi sapere del mio libro Ciao.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Emigrante di poppa, Racconti, Recensioni. Permalink.

23 risposte a Emigrante di Poppa, col Palinuro e la Sicilia nel cuore

  1. Silvana De Angelis dice:

    MARINAIO X SEMPRE!!!!!!!!!

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Buongiorno amici, vi presento Pino Sammartano, marinaio, scrittore, poeta, col Palinuro e la Sicilia nel cuore.

  3. Michele Di Liberto dice:

    ciao ezio a pino lo conosco di persona e le faccio tanti auguri del palinuro

  4. Carlo Luigi Crea dice:

    Buongiorno Ezio Pancrazio Vinciguerra,e a tutto il Gruppo.

  5. Michele Bongiovanni dice:

    Buongiorno a tutti gli amici marinai…

  6. Pietro Rossi dice:

    buon giorno, Pino piacere

  7. Angelo Pala dice:

    buon giorno a tutto il gruppo, buona giornata, ciao

  8. Antonella Stella dice:

    buongiorno!!!

  9. Nicola Faino dice:

    Buon giorno e serena giornata a tuttiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

  10. Marinaio Leccese dice:

    le barchette di carta…..quanti ricordi di infanzia….e qui che cominciano i sogni…..i sogni di un emigrante di poppa

  11. Franco La Rosa dice:

    Bellissima esperienza, che rimarrà nella mente di chi la vissuta, grazie.

  12. Simba il marinaio dice:

    buongiorno amici marinai…e se il buongiorno si vede da mattino…. guarda il mare…ascoltalo…fatti spirare e vai alla grande….sicuramente sara’ un gran bel giorno!!!!!!!!

  13. Marinaio di Lago dice:

    Buongiorno a Tutto il Gruppo.

  14. Antonello Merella dice:

    🙂 buongiorno marinai ed emigranti

  15. Pino Sammartano dice:

    La fretta come al solito è nemica della precisione così rileggendo il post mi sono accorto di alcuni errori . Perdono.

  16. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Pino Sammartano, i marinai come noi (che sono emigranti di poppa e di cuore) hanno tantissimo in comune e ce ne siamo accorti subito nel momento in cui il destino ha voluto che accomunassimo i nostri destini nella “barca della vita” che ci sta aiutando a navigare per attraccare nel molto che Lui ci ha destinato attraverso “la scia” che ognuno di noi ci lasciamo alle spalle. E’ bellissimo quello che mi hai scritto e i complimenti, che gradisco sinceramente perché so per certo che nascono dal profondo della tua anima, mi aiutano e mi spronano a continuare su questa “scia” che abbiamo intrapreso.
    Non appena ho un po’ più di serenità non solo leggerò il tuo libro ma, col tuo permesso, man mano che seguo il tuo profilo ti chiederò il permesso di poter pubblicare sul mio blog i tuoi componimenti perché sono certo che saranno apprezzati dai molti amici che ci sono in rete (sia virtuali che mestieranti). Lo stesso ti prego di fare tu nel tuo blog se c’è qualcosa che gradisci sul mio profilo o in rete.
    Un abbraccio, grande, profondo, sincero e trasparente come il nostro mare, quello che abbiamo dentro e che nessuno mai, per nessun motivo, potrà inquinarci.
    P.s. Ringrazio “Lui” che attraverso l’ammiraglia ci ha permesso di conoscerci.

  17. Pino Sammartano dice:

    Caro Ezio sono commosso dalle tue parole dettate da un sentimento vero di uomo di mare ,ti giuro ho la pelle d’oca ,quasi tutti i personaggi sono veri il Bullone e il Galeano citati nel libro sono veramente mancati su delle navi in situazioni tragiche, ed erano veramente persone splendide.Anche se mi involo nei miei racconti in fantastiche escursioni ,non mi allontano poi molto dal privato ,ti ringrazio ancora dell’augurio ne ho bisogno, per molti motivi,dalla crisi esistenziale che mi porto dietro da tempo immemorabile, alla voglia di di lasciare un piccolo segno del mio passaggio su questo pianeta. E non ultimo, vorrei vendere qualche copia dei miei libri per compensare le spese profuse per questa avventura letteraria, ma hai me molto costosa. Ti abbraccio e spero in una occasione prossima di incontrarti di persona. Ciao.

  18. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Caro Pino, ho terminato di rileggere il tuo libro proprio in questo momento e l’ho letto tutto d’un fiato (uso questa tecnica quando mi piace).
    E’ un racconto amaro e avvincente, capace di far sentire i profumi e il dolore, l’amicizia e la differenza di classe, l’orgoglio dell’appartenenza. E’ un libro quasi profetico, per quella profeticità dei personaggi che hai fatto incontrare e dialogare in una sorta di escalation che tengono incollato il lettore dalla prima all’ultima pagina (citazioni comprese sia letterarie che musicali). Hai avuto il coraggio di partire per una navigazione che va ben aldilà di ogni sicura risposta, e quindi certezza, toccando porti di quel Mare Nostrum e della nostra terra di Sicilia a cui hai voluto omaggiare Verga e i suoi luoghi di antica tradizione storico-culturale. Con un linguaggio semplice ma avvincente, il dolore dei protagonisti è ridotto all’osso e il loro perseverare impera sulle vite come nutrimento sano, mai inquinato da superbia o egoismo nei confronti dello sfortunato Comandante e del suo dolore che lo perseguita. Dalla lettura emerge anche la passione per la musica, l’intenso ma delicato amore per il mare e anche l’attaccamento alla nostra terra, la Sicilia “crocevia di popoli, di sofferenze e regina madre del Mediterraneo”. Buona fortuna amico mio e buon viaggio per i mari che la vita ti inviterà a solcare.

  19. Ester Martone dice:

    “grazie e felice mattino Ezio…è sempre un piacere leggerti”

  20. DANIELA LIGRESTI dice:

    “PER NOI CHE IL MARE LO ABBIAMO NEL CUORE NON AVREMO MAI CONFINI NE LIMITI GRAZIE EZIO CAPITANO MIO CAPITANO TI STIMO MOLTISSIMO E TI AUGURO UNA BELLISSIMA GIORNATA”

  21. Pino Sammartano dice:

    Grazie Amico spero di incontrarti di persona ,appena con il mio camper mi trovo da quelle parti .un abbraccio.

  22. Pino Sammartano dice:

    Gentile Ezio il tuo libro è presente nel mio sito web con il link che porta al tuo sito. Ciao a presto

  23. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Pino Sammartano, ti ringrazio tantissimo. A presto pubblicherò, dandotene conoscenza, la tua bellissima dedica “ad un marinaio”. Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *