L’orchestra del Titanic

di Manuel Jobs Muttarini
http://www.titaniclegend.it/
www.ilmondodeisemplici.com

Una delle figure più eroiche e anche più affascinanti del Titanic, è l’orchestra. La famosissima orchestra che suonò fino alla fine, mentre il transatlantico affondava, consapevoli del loro destino.
Il primo componente era un noto violinista inglese Wallace Hartley, assunto pochi giorni prima della partenza del Titanic, fu nominato Capobanda. Il suo alloggio, visto il suo importante ruolo, era in seconda classe. Wallace morì nell’affondamento della nave, ed il suo corpo catalogato con il numero 224, fu ritrovato due settimane dopo l’affondamento. Quando il suo corpo giunse in Inghilterra, al suo funerale parteciparono moltissime persone, oggi in memoria di Wallace c’è un monumento in suo onore di dieci piedi.
George Krins era nato a Parigi, ma pochi anni dopo, tornò con la sua famiglia in Belgio. Frequentò l’Académie de Musique, per poi proseguire i suoi studi musicali nel Conservatorio Reale, vincendo il primo premio per il Violino. Aveva lavorato presso Trianon Lyrique a Parigi, e successivamente all’Hotel Ritz di Londra, per poi essere assunto e imbarcato sul Titanic come primo violinista e maestro d’archi.
Roger Bricoux, anch’esso parte dell’orchestra suonava il violoncello. Purtroppo il suo corpo è stato disperso in mare, e quindi mai ritrovato.
W. Theodore Brailley,originario di Londra, corrispondente al biglietto numero 250.654, aveva solo 24 anni quando salì sul Titanic. Lui assieme al violoncellista Roger Bricoux, prima del Titanic avevano prestato servizio sul Carpathia. Purtroppo anche il corpo di questo giovane musicista sarà dispero in mare.
J. Wesley Woodward, 32 anni era un violoncellista. Aveva abbandonato i suoi studi ad Oxford per unirsi ad una band famosa. Purtroppo il suo sogno svanì e nel 1909. Successivamente verrà assunto dalla White Star Line. Woodward era a bordo dell’Olympic quando venne speronato. Dopo questo fatto venne spostato sul Titanic. Quando salì sul Titanic, aveva con se il suo “miglior” violoncello.
P.C. Taylor, suonava il pianoforte ed il violoncello. Purtroppo anche il corpo di questo membro dell’orchestra, non verrà mai ritrovato.
J.F.C. Clarke 35 anni, bassista. Il suo corpo corrispondeva al numero 202, di questo musicista si sanno alcuni dettagli. Al momento del ritrovamento del corpo, possedeva: 8 lire in moneta, un anello d’oro con incise le sue iniziali,un coltello e le chiavi della cabina.
John Law Hume fu l’ultimo protagonista di questa orchestra. Questo ragazzo di 21 anni, continuò a suonare, fino a quando il suo strumento venne sommerso dall’acqua, per poi essere risucchiato con la nave nelle gelide acque dell’oceano.

 

L'orchestra del Titanic

Qui sotto trovate l’ultima canzone suonata dall’orchestra “Nearer My God To Thee

Questo articolo è stato pubblicato in Curiosità, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

16 risposte a L’orchestra del Titanic

  1. Manuel dice:

    Un grazie ad Ezio che fa “risalire” a galla una mia ossessione non da tutti capita. Questi signori erano dei veri e propri eroi, non li dimenticherò mai e vorrei che fosse cosi per tutti. Grazie di Cuore Ezio

  2. Marino Miccoli dice:

    Abbiamo nuovamente il piacere di leggere i sempre interessanti scritti di Manuel Muttarini sulla triste vicenda del Titanic.
    Ed è commovente pensare agli orchestrali che sunonano il Te Deum (“noi t’adoriam Signor”) fino all’ultimo, fino a quando il gorgo del Titanic non li trascino’ nelle gelide acque dell’Atlantico.
    Grazie Manuel per averci ricordato il sacrificio di queste persone.

  3. Arcangelo Rizzi dice:

    ciao amico mio

  4. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Arcangelo un abbraccio grande come il nostro mare

  5. Arcangelo Rizzi dice:

    A presto.v.v

  6. Manuel Jobs Muttarini dice:

    Grazie di Cuore Ezio, mi fai sempre dei bellissimi regali. Appena ci vediamo studiamo un piano per attivarlo meglio? Cosa dici la suoniamo assieme?

  7. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Manuel…penso proprio di si e mi piacerebbe che a questa compagnia si aggregasse anche Marino Miccoli da sempre tuo sostenitore. Un abbraccio.

  8. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Manuel Jobs Muttarini, mi sarebbe piaciuta una tua versione con l’armonica. Un abbraccio

  9. Toty Donno dice:

    Ci sono persone che cercano di insegnare e non ci riescono.. ed altre che insegnano moltissimo senza neanche saperlo. Complimenti Manuel

  10. Manuel Jobs Muttarini dice:

    La giornata è finita, Hey You mi riporta a casa. Led Zeppelin mi hanno accompagnato questa mattina. Energia pura e voglia di sognare? Sono nato nell’epoca sbagliata Ezio?

  11. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Manuel Jobs Muttarini, per niente. Stai vivendo nell’epoca giusta e, a distanza di 40 anni, c’è di nuovo fermento…proprio come descritto nel libro emigrante di poppa. Oggi come allora viaggiate solo più comodamente ma con gli stessi problemi che da secoli affliggono quest’umanità o meglio…questa mezza parte oscura del globo

  12. Manuel Jobs Muttarini dice:

    Lo spero anche io Ezio e anche tanto

  13. Carlo Di Nitto dice:

    Bellissima!!

  14. Manuel Jobs Muttarini dice:

    Forse manca un sogno collettivo Ezio…

  15. EZIO VINCIGUERRA dice:

    🙂 Bingol

  16. Sarei davvero lieto di vedere l’amico Marino all’eventodi Settembre, ora stò studiando la versione pr l’armonica…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *