Lo scoglio

di Margherita Repetto

Se le mie ferite potessero rivelare il fendente che le ha prodotte, sarebbero quello scoglio, che sotto all’onda scompare in un eterno tormento. Cosa sei per me? Neanche se sopravvivessi al lutto dell’inferno, quando la morte sarà una nuvola bianca che s’allontana o quel gabbiano che non si posa e non sfiora, potrei rivelartelo? Non potrei, no, non potrei comunque, neanche allora, parlare perché la mia ombra non ha voce…

lo scoglio - WWW.LAVOCEDELMARINAIO.COM Copia

Questo articolo è stato pubblicato in Racconti, Recensioni. Permalink.

11 risposte a Lo scoglio

  1. William Teodori dice:

    Lo scoglio che ha rotto le eliche del maestrale al molo varicella 1 durante la manovra di attracco nel 92

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao William Teodori, deve essere stata una “singolare” esperienza. Come è successo?

  3. Di Lorenzo Giuseppe dice:

    “bella notizia”

  4. Silvana De Angelis dice:

    quanti ricordi dell`infanzia….quando si andava a fare la gita a procida o a ischia e qualche volta a Capri…..quanto entusiamo!!!!!

  5. Nino Soriano dice:

    una gran bella poesia della poesia,della vita interiore che ci regala e ci lascia esprimere con le nostre parole…veramente brava”

  6. Enzo Gangemi dice:

    Sono immagini bellissime, che levano il fiato.

  7. Michele Rinaldi dice:

    Molto bella… la conoscevo!

  8. Nino Soriano dice:

    una gran bella poesia della poesia,della vita interiore che ci regala e ci lascia esprimere con le nostre parole…veramente brava

  9. Pina Latorre dice:

    l’anima nei versi…grazie

  10. Enea Remo dice:

    c’è molto sentimento

  11. William Teodori dice:

    Boh un botto e in paio di botti delle eliche Che limavano lo scoglio Sara cresciuto all’improvviso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *