Lo scandalo del Leudo Ferdinando Bregante

di Claudio Vergano

L’articolo uscito il 5 Maggio 2013, palesemente diffuso dalla Giunta Vaccarezza del Comune di Lavagna per cercare di metterci una pezza alla brutta figura fatta per il Leudo, non fa altro che peggiorare la loro posizione presentando informazioni quantomeno errate e tendenziose.

articolo

1. Il Leudo,  proprietà del Comune di Lavagna, gli è stato consegnato operativo e navigante dalla precedente amministrazione nel 2004, lo testimonia l’evento del 2 dicembre 2004 quando ha ospitato il record di apnea di Genoni.
2. Il Leudo è stato messo in secca nel 2006 quindi durante il loro mandato e non 9 anni fa come cercano di far credere per dare, come al solito, la colpa ai loro predecessori.
3. Nel 2006, come da dichiarazioni dell’allora Giunta Vaccarezza, il Leudo doveva essere sottoposto a manutenzione a cura di una fantomatica associazione con il contributo del Museo Galata
4. Fino al 2008 aveva una copertura che lo proteggeva dalle intemperie.
5. La copertura è stata successivamente tolta esponendo alle intemperie agli atti vandalici ed ai furti.
6. La stessa ubicazione, dietro al depuratore, la dice lunga della considerazione che è stata riservata al Leudo.

Le attuali scandalose condizioni in cui versa il Leudo

7. La giustificazione che sia, come al solito, colpa di qualcun altro, stavolta tocca alla “crisi”, è quanto meno ridicola visto che il Leudo attende interventi dal 2006 e la crisi è iniziata nel 2009.
8. L’intervento dell’Assessore Rossi, guarda caso di Arenzano, per quanto importante, lascia perplessi in quanto non è dato sapere come il centro Malerba potrà intervenire, se in loco o portando il Leudo ad Arenzano. Operazione quanto meno critica, sia per i costi che per le precarie condizioni in cui versa il Leudo. In conclusione la solita boutade mediatica per cercare di “tappare la falla” nella migliore tradizione del chiudere la stalla dopo che le mucche sono scappate o meglio quando il legno è ormai marcio.

Il leudo in secca sotto la copertura e con le impalcature per gli imminenti lavori di manutenzione.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Marinai, Navi, Sociale e Solidarietà. Permalink.

2 risposte a Lo scandalo del Leudo Ferdinando Bregante

  1. Claudio Vergano dice:

    Buon giorno Ezio,
    ti volevo chiedere se potevi rilanciare sul tuo sito la petizione che abbiamo attivato per il Leudo che giace da ormai 6 anni in totale stato di abbandono nel porto di Lavagna

    http://firmiamo.it/salviamo-il-leudo-di-lavagna?fb_action_ids=4921017705378&fb_action_types=og.recommends&fb_source=aggregation&fb_aggregation_id=288381481237582#signatures

    qualche notizia la trovi anche qua

    https://www.facebook.com/media/set/?set=a.4900968844169.1073741825.1296377349&type=3

    ti giuro che fa piangere il cuore vederlo ridotto così pensando anche quanto è costato rimetterlo in mare a suo tempo.

    Ti ringrazio per ogni eventuale aiuto

    Claudio Vergano

  2. Amici marinai di Lavagna dice:

    Buon giorno
    il Leudo Ferdinando Bregante giace in abbandono nel porto di Lavagna. Grazie per aver diffuso gentilmente la notizia ai vostri contatti nella speranza che la mobilitazione serva a scuotere gli animi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *