Secondo te che cos’è?

di Piero Giunchiglia

Marinai di Nave Po, poiché sono stato imbarcato ben10 anni su quella bellissima nave, penso di averne viste di tutti i colori dopo aver percorso ben 76.193,2 miglia, quindi ho deciso di raccontare un altro aneddoto vissuto insieme a  voi e chissà chi di voi era imbarcato con me quell’estate del 1972/73.

Erano le 22.00 di una calda serata estiva, calma piatta, mare olio (1)…ci trovavamo nel “Mammellone” (2) in quanto anche il Po, la nostra nave, qualche volta ha fatto la VI.PE (3) in sostituzione di qualche dragamine impossibilitato. D’altronde la velocità fra la nostra nave e i dragamine era la stessa e come armamento eravamo di gran lunga superiori a loro. Procedevamo avanti adagio ed io mi trovavo nel mio camerino a leggere quando, improvvisamente, per interfonico udii una chiamata a dir poco “anomala”:
– “Tutti gli ufficiali in plancia“.
Pensai al Comandante Vito Marano (allora capitano di fregata), di origine napoletana, un tipo scherzoso, che avesse tirato fuori una delle sue “novità” ma l’orologio marcava le 22.00, ora insolita per svegliare tutto l’equipaggio!
Accesi una sigaretta e mi affrettai a raggiungere il ponte di coperta.
Tutto l’equipaggio, un centinaio di persone, era riunito col naso all’insù; faccia all’aria guardavano il cielo in un silenzio assoluto. Si udiva soltanto il rumore che dagli osteriggi aperti proveniva dal locale caldaie e lo sciabordio dell’acqua contro le fiancate.
Tutti erano concentrati a guardare  il cielo in direzione nord ovest dove stazionavano tre oggetti sferici enormi, dai colori che mutavano continuamente.
Stavano lì, immobili. Sembravano osservarci…
A tentoni iniziai a salire in plancia, guardando anch’io quegli oggetti sferici. Posizionatomi davanti alla sala radio,  sentii chiaramente i classici suoni dei segnali “morse” provenienti dagli apparati e quindi eravamo ancora in collegamento con il mondo.
Giunto in plancia di comando anche qui erano tutti a faccia all’aria ed il comandante appena mi avvicinai mi bisbigliò:
– “Piero, secondo te che ca…é?
Non ho mai dato una risposta alla sua domanda.

Continuammo impietriti a guardare quelle sfere, per un tempo che non finiva mai, poi, improvvisamente, quegli oggetti sono come rientrati in se stessi, si sono allontanati nel cielo ad una velocità vertiginosa.
Quella notte nessuno a bordo ha dormito e qualche marinaio neanche le successive.
Compilammo il nostro rapporto sui registri previsti, con molto buonsenso.
Al rientro dalla vigilanza pesca, appena approdati nel porto di Palermo, ci affrettammo a comprare “Il Giornale di Sicilia” e, con grande sorpresa, si parlava di avvistamenti di U.F.O. (4) da Trapani a Reggio Calabria.
Io non so’ cosa abbiamo visto ma….lo abbiamo visto in tanti!

Note
(1) – calmissimo, praticamente liscio come l’olio;
(2) – Canale di Sicilia;
(3) – vigilanza pesca;
(4) – U.F.O. è l’acronimo inglese Unidentified Flying Object o Unknown Flying Object, ovvero oggetto volante non identificato, espressione con cui si indica ogni fenomeno aereo le cui cause non possono essere individuate facilmente o immediatamente da un osservatore. (fonte wikipedia).

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Curiosità, Racconti. Permalink.

7 risposte a Secondo te che cos’è?

  1. giuseppe dice:

    e così, Vinciguerra, ti sei beccato uno scoop ad inizio anno …

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Giuseppe, diciamo di si …anche se in verità molti ex colleghi marinai preferiscono tacere o glissare su questo argomento.

  3. Bruno V. Bardelli dice:

    Stupenda avventura”!!!! Scrivi Piero
    !!! noi ti leggiamo sempre piú che volentieri……attendiamo i seguito. Penso che anche l’ amico Ezio Pancrazio Vinciguerra questa degli UFO non se la lascerá sfuggire.Ciao e buonanotte.Ps é vero il PO era la nave piú bella del mondo…..

  4. Piero Giunchiglia dice:

    …nei prossimi giorni raccontero’ altre avventure o esperienze vissute sulla Nave PO….!!!!!! a presto….!!!!

  5. EZIO VINCIGUERRA dice:

    E’ una storia che è capitata anche su altre navi e ad altri marittimi.
    Penso di pubblicarle quanto prima queste storie. Che ne pensi Comandante Piero Giunchiglia?

  6. Piero Giunchiglia dice:

    …OK….fa’ piacere..parliamo bene della nostra Marina….!!!!!

  7. Bruno V dice:

    Comandante Piero Giunchiglia per favore continua a farci sognare….!!!!!!
    Tu che hai avuto la fortuna di vivere queste stupende avventure ….raccontaci. Noi poveri tapini di leva che abbiamo avuto la sfortuna di apprezzare solo per poco tempo la nostra stupenda Nave……….tu ci fai ritornare ai nostri vent’anni. Alla prossima puntata che attendiamo con curiosità. Ezio stai in campana che ne avrai di cose da scrivere…… Un abbraccio a tutti e due.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *