Il mio calendario speciale

di Pancrazio ” Ezio” Vinciguerra

…vivo il mare senza barriere perché in mare non ho bisogno della carrozzina, né di stampelle e lui mi restituisce l’integrità, soprattutto quella interiore (Paolo De Vizzi).

Paolo De Vizzi,  38 anni, di Manduria (provincia di Taranto) è un diversamente abile dal 1996, a causa di un brutto incidente stradale, ma questo non lo ha fatto desistere  di coronare il sogno della sua vita. Paolo ha avuto la possibilità di osservare l’ambiente marino in un modo completamente diverso e mi confida che in assenza di gravità data dalla colonna d’acqua, il dolore alla schiena, al collo, alle gambe  scompaiono all’improvviso, i movimenti migliorano e il suo fisico recupera sempre più in modo esponenziale. A seguito dei benefici riscontrati Paolo ha deciso di battere il primato assoluto mondiale di permanenza sott’acqua per normodotati.
Già il 18 giugno del 2011 ha raggiunto i 62,3 metri con bombola caricata ad aria e il 1° luglio dello stesso anno ho stabilito il record del mondo di immersione prolungata per diversamente abili.
Ad oggi, nessun essere umano è mai rimasto per più di 32 ore immerso in mare, e lui vuole cercare di abbattere questo limite per stabilire un nuovo primato. Alla base c’è l’immenso desiderio di vivere, per quanto più tempo possibile, in simbiosi con il grande fratello blu. Per superare questo tentativo Paolo, il prossimo 29 giugno, tenterà di migliorare il suo record e sarà monitorato da numerosi medici iperbarici e  gruppi di assistenti che si alterneranno ogni 90 minuti provvedendo a tutte le sue  necessità. Sarà un evento unico e con orgoglio mi confida che scriverà la storia a nome di tutti i diversamente abili del mondo perché le uniche barriere sono quelle che ci portiamo dentro.

La foto di copertina del calendario è dedicata ai lettori del blog.
Puoi conoscere Paolo De Vizzi ai seguenti link:
http://www.paolo-devizzi.it/
https://www.facebook.com/paolo.devizzi.90?ref=ts&fref=ts

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Il mio calendario speciale (Paolo De Vizzi), Recensioni, Sociale e Solidarietà. Permalink.

13 risposte a Il mio calendario speciale

  1. Andrea Iaccarino dice:

    Ezio, sei sempre un signore, nonche’ un grande amico, un abbraccio forte e tante grazie

  2. Emanuele Cammaroto dice:

    Il tempo che dedichi nei tuoi pensieri alla persona alla quale vuoi bene, è l’unità di misura che puoi usare per rilevare l’entità della tua dedizione.

  3. Marinaio Telegrafista dice:

    Ho avuto l’onore di conoscere Paolo De Vizzi, un uomo speciale con un cuore d’oro. Un abbraccio dal profondo del nostro mare.

  4. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Paolo, nulla può fermare la forza dell’amore e questo noi lo sappiamo benissimo. Un abbraccio a te e a tutto il tuo fans club.

  5. Giacomo Condorelli dice:

    E’ un esempio per tutti!!!

  6. Vito Lumino dice:

    Quanto è bello questo inno alla gioia di vivere!!!!!Grande Paolo…

  7. Fabrizio Verde dice:

    🙂 grazie. E’ un pensiero nobile il tuo. Vivere la vita senza steccati mentali perché Lui ci restituisce l’integrità, soprattutto quella interiore. Buon fine settimana.

  8. Gianluca Rizzo dice:

    Grande Ezio e grande Paolo!!

  9. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Un ringraziamento a Paolo de Vizzi per averci omaggiato del suo bellissimo calendario. Le sue foto e i suoi scritti ci terranno compagnia, mese per mese, per tutto questo 2013

  10. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Gianluca Rizzo non mi hai dato neanche il tempo di condividerlo, grazie. Spero in una tua collaborazione per condividerlo con gli amici

  11. Vitantonio Giuliani dice:

    grandi Ezio Pancrazio Vinciguerra e Paolo de Vizzi

  12. Gianluca Rizzo dice:

    ovviamente Ezio Pancrazio Vinciguerra 🙂

  13. Enzo Boia dice:

    è lunedì, il sole fa capolino e il pensiero è forte e a te vicino, mai il mio cammino vorrà incontrare il male, mai vorrò essere lontano da ciò che vorrò amare, mai lascerò il mio corpo lontano dalla mia mente e insieme faremo cose folli e gentilmente, daremo luce agli amici se essi vorranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *