La rivolta degli schiavi

Tratto dalla fantasia di Collegio Nautico

– “Signore ma Lei è Collegio?”
– “Si soldato sono io. Pure io come te sono stato catturato e fatto prigioniero dopo aver combattuto con tutte le mie forze per portare pane, onore e dignità in casa Italia…casa nostra! Ma ho servito un governo permissivo il quale con una serie di leggi abusive hanno permesso all’usurpatore di costruire il loro cavallo di Troia nella nostra amata e bella Italia. Eccoci qua tutti in catene su questo galeone alla deriva nelle nostre acque territoriali e in balia della volontà dello straniero”.
– “Signore ma qual’é il piano, come possiamo liberarci da queste catene morali e sociali…?”
– “Soldato, al momento ci possiamo solo arroccare e quando saremo in tanti, anzi in tutti, non dobbiamo fare altro che gridare e far valere i nostri diritto come si evince dalla Costituzione della Repubblica Italiana e dallo statuto dei Lavoratori perché l’Italia appartiene a Noi per diritto di nascita e lignaggio e non allo straniero che ci vuole affamare”.
– “Soldato tu come ti chiami?
– “Io mi chiamo Gennarino Esposito”.
– “E tu soldato come ti chiami?”.
– “ Io mi chiamo Milano e vengo da Milano”.
– “E tu…vieni fuori non aver paura siamo tutti qua’ sulla stessa nave, come ti chiami?”
– “Mi chiamo Palermo Signore e vengo da Palermo
– “… e tu.. e tu… Soldati, Italiani…a Voi padri di famiglie …a Voi mariti di spose mortificate nell’animo… a Voi padri di figli umiliati …dobbiamo unirci e risorgere per liberare Roma e l’Italia dai consoli venduti, e chi non è d’accordo se ne deve andare dal nostro territorio lasciando tutto i suoi avere come fece il tiranno traditore durante l’ultima guerra.
Al mio via siate pronti ed alzate il Tricolore in segno di LIBERTA’, UGUAGLIANZA E FRATELLANZA come in una Democrazia sognata dai nostri Padri Fondatori!”.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Racconti, Recensioni. Permalink.

23 risposte a La rivolta degli schiavi

  1. Settimo Sanna Cappai dice:

    LA PACE
    Non importa che tu sia
    uomo o donna,
    vecchio o fanciullo,
    operaio o contadino,
    soldato o studente o commerciante;
    non importa quale sia
    il tuo credo politico
    o quello religioso;
    se ti chiedono qual è la cosa
    più importante per l’umanità,
    rispondi :
    prima….dopo….sempre…
    la pace !

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    🙂 Ciao Settimo Sanna Cappai, prima, dopo, sempre Pace

  3. Settimo Sanna Cappai dice:

    Ciao Ezio Pancrazio Vinciguerra …..Prima , Dopo e Sempre ….in DIFESA della PACE , solo per la PACE e sempre per la PACE…..chi per Mare , chi per Terra e chi per Cielo , costi quel che costi !!!

  4. Battistina Pischedda dice:

    <3

  5. Matteo D'Angelo dice:

    La vita ci insegna ad essere meno duri con noi stessi e con gli altri.

  6. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Già vecchio lupo di mare e Frà saggio di molti consigli alla Lante. E’ proprio così. Un abbraccio

  7. Matteo D'Angelo dice:

    🙂

  8. Roberto Tento dice:

    e lo stiamo facendo sempre bene…Ciaoo Ezio Pancrazio Vinciguerra

  9. Nicola Faino dice:

    No comment.

  10. Ferrante Torrini dice:

    Anch’io cerco di non giudicare, ma il fatto e’ che non se ne può’ più’. Sta diventando una cosa scandalosa.

  11. Giovanni Montino dice:

    poppo siamo comandati da un branco di politici,che sanno solo tornare il proprio tornaconto,senza curare la parte piu’ esposta del probblema. solo la loro facciataggine ne dice assai lunga.siamo l’ultima ruota che funziona ,anche se abbiamo dei rancori di chi tenta di governarci,e promettendo facili soluzioni.abbiamo solo una cosa che ci dstingue,siamo stati dei marinai imbarcati e non ,ma pur sempre marinai,con diffetti e tanti probblemi,ma abbiamo cercato sempre di sistemare ogni cosa a dovere.non abbiamosolo l’orgoglio di essere stati battutinei nostri ideali,ma cerchiamo sempre di essere sempre presenti ,nelle situazioni che richiedono il nostro aiuto.con lo spirito di sempre.

  12. Nicola Faino dice:

    Di solito i segreti in Italia durano dalla mattina alla sera, pero’ nell’occasione della “consegna” dei ragazzi del San Marco alle autorita’ Indiane, non e’ ancora venuto fuori il nome di chi alla Farnesina ha ordinato alla nave di rientrare nelle acque Territoriali Indiane.Strano ma vero.

  13. BARRACU SALVATORE dice:

    SI CRESCE NEL CONOSCERE, E SI’, SIAMO ELASTICI E DUTTILI ,. SI CERCA SEMPRE IL DIALOGO , E SON PURE D’ACCORDO , MA QUANDO LA STORIA DIVIENE COSI SCALTRA ALTRA SOLUZIONE SI PUò VEDERE ,. E CREDO CHE I MEZZI E LA PREPARAZIONE PER FARLO CI SIANO,. LA DIPLOMAZIA E TROPPO OSTRUITA E TUTTO LA PUO’ SUCCEDERE NELL’ATTESA . E SIG FAINO , FORSE ERA UNA VOCE REGISTRATA DETTATA DA UN FANTASMA ,. L’AMBASCIATA’ SA’ CHI FOSSE IL SANTO PREDICATORE MA POI RESPONSABILE DI DETTO MINISTERO E IL VERTICE MINISTRO DEGLI ESTERI E SUOI PREDESTINATI

  14. Andy Holyred dice:

    mbre lo ho passato a Redipuglia per rendere omaggio ai caduti della Grande Guerra. Mi sono preso tonnellate di acqua ma va bene così.
    Cerimonia solenne e toccante. Impeccabile, nonostante le avversità meteo, l’organizzazione delle Forze SArmate , grazie al coordinamento del Comando militare di Trieste(non poteva essere altrimenti perchè Comandante e Capo di SM sono due miei vecchi amici e colleghi che stimo tantissimo).
    Tanta acqua se le è presa anche Gianfranco Fini, presente come carica n. 3 dello Stato.
    Quando mi è passato davanti(siamo vecchie conoscenze reciproche e ci diamo del tu per avre condiviso antiche battagalie assieme), non mi ha visto, per fortuna, perchè avrei fatto fatica atrattenere qualche parolina. Ha salutato gli invalidi e mutilati per servizio, quindi anche dei giovani e, qualcuno di loro gli ha gridato: Presidente si ricordi anche di noi.
    Allocuzione tenuta dal Sottosegretario Ruperto, il quale non ha accennato minimamente ai nostri due Sottufficiali ancora ostaggi dell’India. Dal gruppo dei Marinai d’Italia e Lagunari si è levato alto il grido Marò liberi, liberi.
    Tante autorità, a me vicine, hanno battuto le mani al Sottosegretario, al termine della sua allocuzione. A questo punto ho alzato la voce e molti mi hanno sentito: io non batto le mani perchè egli non ha nominato Massimiliano e Salvatore.Vergogna.
    Della Brigata di formazione al comando del Generale Comandante la Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”, faceva parte un nutrito plotone dei ragazzi del Morosini.
    Stupendi e bellissimi. Mi sono sentito orgoglioso di mio mio figlio che per tre anni ha fatto parte di questa prestigiosa Scuola militare navale(il mitico collegio).
    Corso Espero: Pale a prora.

  15. A.N.S.I. MANDURIA dice:

    Associazione Nazionale Sottufficiali d’ Italia – Manduria 4 novembre
    grazie a quanti hanno partecipato alla manifestazione, alla buona riuscita dell’evento ed alla numerosa partecipazione dei Cittadini Manduriani, grazie

  16. Giuseppe Magazzù dice:

    Ezio, stavolta m’hai ‘fregato’. Ho rimuginato tutta la serata per cosa mettere su fcb e ho carezzato sempre l’idea della bandiera con il fiocco. Infine l’ho esclusa per evidenziarne una tradizionale (che si ripete da tanti anni) ed ho messo quella col fiocco da sito Marinaiditalia.
    Buona giornata.

    Stai pur sicuro che l’ANPI sarà presente alle cerimonia dell’Unità Nazionale.
    Un abbraccio.

  17. Giuseppe Salvo dice:

    oggi 4 nov. giorno delle forze armate, il nostro pensiero va tutti i valorosi che hanno sacrificato la loro vita per i veri valori della Patria. Tra i caduti, il sottocapo Simone Pasquale Neri rappresenta un orgoglio della Marina ed un grande esempio di altruismo!

  18. EZIO VINCIGUERRA dice:

    🙂 condivido e apprezzo i vostri commenti.
    Grazie

  19. Roberto Tento dice:

    Andiamo dove ci porta il cuore…Buon 4 novembre a voi tutti ….Onore e Patria

  20. Riccardo Giuseppe Graziosetto dice:

    IV novembre MCMXVIII – IV novembre MMXII
    In onore di chi ha sacrificato la vita per questo Paese,
    In onore del Milita Ignoto,
    in ricordo di chi impiega la propria vita per questo Paese,
    con la gratitudine per chi rappresenta con dignita’ e rettitudine questo Paese,
    per i nostri Soldati lontani,
    per le famiglie dei nostri militari,
    per i nostri Fucilieri di Marina mai dimenticati

  21. Francesco Ortega dice:

    buongiorno a tutti fratelli e sorelle di mare
    oggi 4 Novembre un reverente ricordo
    dei nostri morti nella guerra più cruenta
    della recente storia dell’uomo.che riposino
    nel paradiso dei Martiri e degli Eroi!

  22. Roberto Laganaro dice:

    Buona domenica a tutti e ricordiamoci dei nostri militari morti per la nostra Patria

  23. Gianni Marras dice:

    Un “Augurio” a tutti indistintamente siano in sevizio e non

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *