La giornata della memoria dei Marinai scomparsi in mare

di Antonio Cimmino
Gruppo A.N.M.I. “Luigi Longobardi” Castellammare di Stabia

La giornata della Memoria dei Marinai scomparsi in mare ha avuto un respiro comprensoriale ed una sentita partecipazione di Autorità e cittadini.
Del corteo- preceduto dalla banda comunale – partito dalla Capitaneria di Porto di Castellammare, facevano parte, oltre ai gonfaloni delle città di Castellammare e di Lettere (ove è nato la M.O.V.M. Luigi Longobardi cui è intitolato il nostro gruppo), vessilli e labari di numerose associazioni: Istituto del Nastro Azzurro della federazione di Napoli, A.N.C.R. di Scafati, Ass. famiglie caduti e dispersi in guerra di Napoli, Ass. Arma Aereonautica di Napoli, A.N.I.O.C. di Napoli, Ass. Carabinieri di Castellammare e S. Antonio Abate, Lega Navale di Castellammare, C.R.I. e Protezione civile di Castellammare, U.N.S.I. di Pompei, oltre naturalmente ufficiali della Capitaneria di Porto ed i dirigenti del Collegio dei Capitani di  e macchinisti del Dipartimento Marittimo di Napoli e il Segretario dell’Ass. Medaglie Oro lunga navigazione di Compamare Castellammare.
E’ venuto a portare il suo saluto l’Amm. Antonio Politi delegato regionale dell’A.N.M.I.
Dopo la Santa Messa officiata nella concattedrale e la recita della preghiera del Navigante e della preghiera del Marinaio, il corteo si è portato davanti al monumento “Stabia al Marinaio” per la deposizione di una corona di alloro, mentre un’altra corona veniva lanciata in mare da una motovedetta della Guardia Costiera tra la commozione di numerosissimi cittadini che, anche in occasione della bella giornata di sole, affollavano i giardini pubblici.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Recensioni. Permalink.

18 risposte a La giornata della memoria dei Marinai scomparsi in mare

  1. Giovanni Testa dice:

    Sempre persona pronta informarci di tutto .spero che quello che fai sia gradito a tutti coloro che in gioventù hanno indossato la gloriosa divisa di (MARINAIO)sempre grazie Antonio

  2. Maria Grazia Forcina dice:

    Mio marito anche lui ANMI ha partecipato ieri in accademia navale alla commemorazione, anche lui orgoglioso della divisa da marinaio per sempre.

  3. Angelo Giordani dice:

    Bellissima questa foto

  4. ANNA MARIA SICIGNANO dice:

    ALFONSO SEI IL PIU BELLO

  5. Renato Giordano dice:

    è stata una bellissima cerimonia

  6. Ezio Maniccia dice:

    Un saluto a tutti voi…..

  7. ANA DELIA FALCON dice:

    BELLISSIMA FOTO!!!!!!!!!!

  8. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Complimenti sinceri a questi marinai di una volta che non dimenticano i loro Frà: mai.

  9. Filippo Bassanelli dice:

    La nostra Castellammare si distingue sempre in questi tragici eventi.

  10. Antonino Accurso dice:

    Grazie

  11. Marino Miccoli dice:

    Questa cerimonia dimostra che la grande tradizione marinara di Castellammare e i tantissimi Marinai Stabiesi non dimenticano tutti coloro che non hanno fatto ritorno alla base.
    Un plauso a tutta l’ANMI Stabiese e all’insostituibile Antonio Cimmino in particolare per aver organizzato questa lodevole iniziativa.
    Bravi.

  12. Franco Iaccarino dice:

    Se non ci fosse una foto per una città che ha costruito navi storiche per la marina sarebbe una vergogna altrettanto storica…ben fatto

  13. Antonio Caputo dice:

    Scusa Ezio, ho dimenticato di condividere. Ecco una breve sintesi della cerimonia di Civitavecchia a cui ho partecipato con gli studenti del nautico. http://www.civonline.it/articolo/ricordati-marinai-e-marittimi-scomparsi-mare

  14. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Grazie Antonio Caputo come puoi ben notare siamo rimasti in poco a ricordare e un popolo che non riesce a ricordare è destinato ad estinguersi.

  15. Nunzio Migliore dice:

    Complimenti al gruppo di Castellammare.

  16. Antonio Caputo dice:

    E’ vero, concordo con te carissimo Ezio ma voglio aggiungere che il Sindaco di Civitavecchia ci ha tenuto alla nostra presenza, leggi studenti, e non solo del Nautico, e questi giovani hanno partecipato educatamente alla cerimonia. Non è stata una semplice “comandata”, i ragazzi hanno sentito sulla loro pelle la cerimonia aiutati, certamente, dalle note dell’inno di Mameli, del silenzio fuori ordinanza, del San Marco, ecc.. Piuttosto, mi sarei aspettato una partecipazione più numerosa da parte di chi ha solcato i sette mari, con o senza le stellette.

  17. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Meno male Antonio Caputo carissimo che non è stata una semplice “comandata”. Purtroppo a giudicare dai commenti siamo in pochi a pensarla così. Marinai di una volta, marinai per sempre!

  18. Antonio Caputo dice:

    Marinai di una volta, marinai per sempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *