Facciamo quello che dobbiamo fare: i marinai!

di Francesco Garruba e Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Il Comando in Capo della Squadra Navale, oggi pomeriggio, aveva due ospiti importanti in collegamento Skype, i nostri fucilieri Salvatore Girone e Massimiliano La Torre.
Il loro primo intervento in pubblico è stato senza dubbio ricco di emozioni per tutta la platea. Prima di loro e anche dopo, il Ministro della Difesa Giampaolo Di Paola ha rivolto un saluto a tutto il personale impegnato nei teatri operativi in Afghanistan , Kosovo, Somalia, Libia ed Egitto. Ma quando è stato dato l’annuncio dei due Fucilieri di Marina in collegamento un boato silenzioso ha preso tutti. Ho visto il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Luigi Binelli Mantelli, alzarsi dalla sedia come se li volesse andare  a prendere. Ed è proprio questo sentimento, questo intendimento di tutti prendere quanto prima i nostri ragazzi.

 “Ciao Massimiliano. Ciao Salvatore” è stato il saluto del Ministro, un ammiraglio, un marinaio, un padre che saluta i propri figli.  Il loro sguardo sempre fiero è audace e risoluto. Hanno espresso i loro ringraziamenti verso le istituzioni e inviato un saluto ai loro colleghi impegnati nei teatri operativi.
L’8 novembre la Corte Suprema indiana si dovrà esprimere sul diritto dell’Italia a giudicare i suoi cittadini. Auspichiamo che vada tutto per il meglio e mi unisco, anzi ci uniamo alle parole del ministro:
‘facciamo quello che dobbiamo fare e grazie per la dignità che state mettendo nell’affrontare questa prova. Siamo fiduciosi  che riabbraccerete presto i vostri cari in Italia’‘.

W la Marina e forza San Marco.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Recensioni, Sociale e Solidarietà. Permalink.

133 risposte a Facciamo quello che dobbiamo fare: i marinai!

  1. Ruggero Corvaglia dice:

    Ammiraglio Binelli riprendiamoceli!!

  2. ELISABETTA ANACREONTI dice:

    ho visto e sentito in TV. CON TUTTO IL CUORE, SPERO ARRIVINO PRESTO A CASA LORO …..

  3. Maurizio Cioffi dice:

    Penso che sia arrivata l’ora di prendere una decisione. E da marzo che hanno lasciato i colleghi in balia delle onde (tanto per rimanere in tema marinaresco).

  4. Angelo Santi dice:

    Condivido

  5. Vito Rotondi dice:

    Condivido anch’io

  6. Stefano De Marco dice:

    Mi associo e condivido

  7. Sandro Macchia dice:

    Che uomini. È che Marinai. Sono in carcere, in un paese rispettabile con una tradizione imitata nel mondo, come la pizza napoletana. Ma a me una cosa non torna….. Il luogo di detenzione… ??? Le pare che sia…no… e’ bianca, un quadro appeso che non distinguo…. Tende bianche….. Loro in alta uniforme…. Seduti ad un tavolo e con la bandiera del San Marco???? …Mi, e vi domando…. Ma il
    luogo di detenzione…. India…. È così lussuoso e organizzato x la diretta con …il ministro della Difesa Italiana…. Onore e RISPETTO a LORO. Salvatore e Massimiliano. Il bluff di carramba che sorpresa…. Non mi ha buttato fumini…. Negli occhi. Non mi ha distolto dal lavoro BEN fatto di un ministro Giulio Terzi. L’unico onorevole MINISTRO con la patente ITALIA>INDIA. Grazie MINISTRO TERZO DI NUMERI PRIMI. Al ammiraglio DI PAOLA. Il RISPETTO DEL SUO RAMMARICO per NON aver potuto guidare la GARIBALDI. Oggi ha fatto il pieno di tasca sua. Ma, non ha staccato la banchina. RISPETTO anche a lei. Noi. IO. Non credo alla CARRAMBATA CHE SORPRESA oggi trasmessa al TG5 / TG2 / LA7. L’unica detentrice di carramba che sorpresa….è …. RAFFAELLA CARRA’.

  8. Giovani Pugliese dice:

    [iminent=eazLwMeUWfOB] Concordo in pieno, una sceneggiata con un contorno di chiacchiere senza nessun fatto concreto.

  9. D'Alù Paolo dice:

    veramente sono “detenuti” in un albergo …..

  10. Andrea Andrea Andrea dice:

    ora sono certo: il mio amico è un cercaguai

  11. Ugo Truffarelli dice:

    Andrea. Fossero ( o fossimo ) tutti come lui, saremmo meno nei guai. Tutti.

  12. Sandro Macchia dice:

    Ma di chi parlate…???? Rendetemi partecipe della vostra discussione

  13. Ugo Truffarelli dice:

    Falso modesto….
    Ah già… Mi devo…tacere..

  14. Sandro Macchia dice:

    Scassa pompe di sentina. Ugo. Ottimo marinaio civile, poco incline all’ubbidienza. Lo dico a Zia ??? ….D…

  15. Ugo Truffarelli dice:

    CIVILE.??? Mai mi fu fatto insulto più grave…!! Nun te parlo più

  16. Sandro Macchia dice:

    Ok …. Marinaio in(r). Permaloso.

  17. Ugo Truffarelli dice:

    😉

  18. Sandro Macchia dice:

    Olllleeeeeee….

  19. Sandro Macchia dice:

    se qualcuno conosce l’ammiraglio, gli dia i miei SALUTI. e il mio RISPETTO.

  20. Ugo Truffarelli dice:

    Peccato che mentre gli parlava, faceva fatica a guardarli in faccia

  21. Sandro Macchia dice:

    Taci.

  22. Mario Quaglio dice:

    Ottima Osservazione . Lagunare Mario Q.

  23. Ugo Truffarelli dice:

    Eh, va beh…. Giusto perché sei tu a chiedermelo….

  24. Sandro Macchia dice:

    😉

  25. Ugo Truffarelli dice:

    TACCIO….!!

  26. Elena Spirito Pirrone dice:

    ho fischiato anche io Di paola dinanzi al televisore… e non dico le parole che gli ho rivolto per pudicìzia…….

  27. Ugo Truffarelli dice:

    Saranno state le stesse di Max e Salvo una volta che hanno chiuso il collegamento audio-video. Nulla in confronto a quello che son stato capace di dire io comunque..

  28. Elena Spirito Pirrone dice:

    vogliamo fare a gara???? ahahahahah

  29. Ugo Truffarelli dice:

    Non mi permetterei mai…Ma grazie dell’opportunità.

  30. Sandro Macchia dice:

    timone fermo. parla Agnese- se dovete discurìtere qualcosa, vi do il mio indirizzo di cssa.in modalità incontro. personale. per chi lo vuole, scriva ancora qui. della stronzate. con la tastiera in mano tutti …… grossi …. ometti. o donne saccenti. ripresentattativi. allo scrivente. non è un consiglio tra le righe. sandro macchia.

  31. Franco La Rosa dice:

    Ho visto al Tg il servizio, mi ha rincuorato il vederli con lo spirito alto nonostante i tanti mesi lontano dall’Italia, sanno che non sono “soli”.

  32. Roberto Tento dice:

    Grazie Mamma Marina…..La Marina Militare non abbandona i propri figli…W il BSM…Ciaooo MAX Ciaoo SALVO presto a casa…

  33. Roberto Tento dice:

    Ciaoo fra’ Ezio Pancrazio Vinciguerra sei sempre interessato su tutto …di piu’ quando si tratta dei nostri fratelli di mare, sei piu’ unico che raro…Una volta marinaio….marinaio per sempre…Buona giornata a te e un caro abbraccio

  34. Pompeo Funzione dice:

    Bravi, stanno dimostrando a tutti di avere gli attributi, speriamo solo di poterli avere presto in Italia. Viva la Marina , Viva il San Marco.

  35. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Avete notato quanto compostezza e, soprattutto, dignità?

  36. Pompeo Funzione dice:

    Ezio sono dei grandi

  37. Roberto Tento dice:

    Cari fratelli di mare non scordiamoci che sono dei Leoni…W IL BSM..Come lo scoglio infrango…..Come l’onda travolgo…un caro abbraccio a voi tutti….Ciaoooo Ezio Pancrazio Vinciguerra

  38. Salvatore Bartolomeo dice:

    è vero, i due Marò sono dei grandi sopratutto se paragonati agli altri che sono dei piccoli…

  39. Graziella Sozzi dice:

    Graziella Sozzi condivide

  40. GERARDO PIETRO MARIANGELI dice:

    SIAMO UNITI…DIMOSTRIAMO L’UNITA’ D’ITALIA…FIOCCO GIALLO SU TUTTI PROFILI….
    C O N D I V I D E T E !

  41. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Grazie Gerardo Pietro Mariangeli della condivisione e dell’invito
    Mi piace

  42. Fogli Gabriella dice:

    Condivido la saggezza di Ezio. Gabry,

  43. EZIO VINCIGUERRA dice:

    🙂 Ciao principessa Posidonia e carissima Fogli Gabry. Grazie

  44. Ciro Laccetto dice:

    Finalmente !

  45. Cinzia Curti dice:

    Dignità e risolutezza!

  46. Ciro Laccetto dice:

    ciao Cinzia ….e Palle !

  47. Cinzia Curti dice:

    Ciao Ciro 🙂

  48. Bruno Caleffi dice:

    Si Ciro, ma sembra che se accorgano ora. Che tristezza e che rabbia.

  49. Ciro Laccetto dice:

    Beh caro amico le pressioni sono state forti, la pubblicazione degli sputtanamenti da parte dei “nostri” esperti circa le minchiate Indiane non potevano passare inosservate e il silenzio non poteva durare. Oggi l’Ammiraglio DI paola ha detto ciò che andava detto e evidentemente ha avuto “mano libera” da parte del resto del Governo. Ora aspettiamo le reazioni Indiane (se ce ne saranno) specialmente dal Kerala. O tornano a casa o scoppia un casino !

  50. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Avete notato quanta dignità?

  51. Ciro Laccetto dice:

    Quella non l’hanno mai persa caro Ezio ! I nostri Fucilieri sono innocenti e torneranno in Patria !

  52. Manuel Palombi dice:

    ummmmmm……:blink: ….dopo 8 mesi se nè accorto pure lui….e glielo è andato pure a dire ?!?!?!?! baahhhhh……

  53. Adelina Carabiniera dice:

    <3

  54. Pasquale Felice dice:

    parole e parole, vogliamo i fatti ,non parole

  55. Alessandro Mobono dice:

    magari i fischi a Pisa hanno fatto presa sulla coscienza del Ministro?

  56. Anna Boffano dice:

    Alessandro ha ragione. Ifiski a Pisa .han fatto capire al ministro ke i Militari nn sono + disposti a silenziarsi…..finalmente!!!!

  57. Paolo De Bortoli dice:

    Basta menzogne!
    La verità può fare male..ma sarà senz’altro più onorevole della vergogna!

  58. Luca Fabbrini dice:

    Guardate che l’ha sempre detto che sono detenuti inlegalmente e contro ogni forma di diritto

  59. Ciro Laccetto dice:

    Molti non hanno sentito !

  60. Nicola Evoli dice:

    obbedirei a chiunque fosse piu’ alto in grado di me ma il mio pensiero e’ libero! Amen

  61. Federica Icorne dice:

    quello che colpisce è l’atteggiamento sempre controllato e professionale nonostante tutto…devo dire che non tutti quelli che indossano l’uniforme sarebbero capaci di reagire così

  62. Enzo Rago dice:

    quante altre farse dobbiamo aspettare per poter mettere fine a questa incivile situazione? L’Italia non ha mostrato i muscoli al primo momemento, questi sono i risultati, stessa situazione è successa agli americani e tutto è filato liscio. La colpa di tutto questo disonore per l’Italia e per i nostri “colleghi” detenuti ingiustamente da quei balordi ed incivili indiani, è da imputare solo e soltando al comandante del mercantile, primo perchè è entrato, dopo il fattaccio, in acque terriotriali e poi perchè ha permesso agli indiani di salire a bordo, per me questo significa invasione di territorio italiano. Ora ci troviamo con due colleghi in galera e la compagnia armatrice che naviga tranquillamente con l’Italia che sta al balcone ad aspettare……., sono solamente indignato e non aggiungo altro per non rischiare di essere oscurato

  63. EZIO VINCIGUERRA dice:

    …Ciao Enzo Rago, ogni cosa a suo tempo. Per adesso ingoiamo questo rospo. Hai visto però quanta dignità dei due Frà?

  64. Enzo Rago dice:

    Ciao Ezio, è da tanto che non scrivo, ma oggi ho dovuto assistere ancora una volta alla farsa dei politici italiani, ma quello che più mi indigna che il ministro è un ex militare, è proprio vero che quando si siedono su quei scanni, dimenticano quello erano prima? Dovrebbero prendere esempio dai nostri due Frà e capire che un marinaio ha dignità da vendere sia quando è in armi e sia quando è in pensione, perchè marinai si è sempre per tutta la vita e l’orgoglio viene sempre fuori nei momenti come questi, e ripeto io non ci sto, non riesco a seguire nessun commento in televisione da parte di nessuno, è passato troppo tempo e saremo sempre più derisi, meno male che esite il nostro blog che ci aggiorniamo e perchè no ci scarichiamo anche dalle delusioni ricevute e che purtroppo continueremo a ricevere, come dici tu bisogna ingoiare il rospo

  65. EZIO VINCIGUERRA dice:

    arissimo Enzo, è comprensibilissimo il tuo (e anche mio) sfogo di ex sommergibilista e marinaio di una volta. Come giustamente affermi la dignità al pari dell’onore hanno contraddistinto la nostra carriera. Oggi si ha come l’impressione di essere trasportati da una sponda all’altra. In mezzo, fare da onda, ci sono quelle persone che ancora “credono”.
    Mi hai scritto che:
    “ogni volta che incontro marinai, sia di persona che virtualmente, mi lascio andare ai vecchi ricordi e mi piace confrontarmi con la vita da marinaio di oggi per capire il cambiamento rispetto a ieri.
    Mi duole solamente non poter partecipare a qualche associazione di marinai d’Italia, visto che dove vivo non esiste alcuna sezione (mi trovo in Basilicata e precisamente a Venosa in provincia di Potenza).
    Certamente, essendo appena salpati e considerato che la navigazione sarà molto lunga, avremo certamente tutto il tempo per poter consolidare la nostra conoscenza e sperare di diventare amici non solo virtualmente.
    Un caro saluto Enzo”…
    Queste parole tue, piene di saggezza e di speranza, mi /ci fanno ancora “credere” a quel “giuramento” che abbiamo prestato.
    Io sono contento che c’è gente come noi, marinai di una volta e quindi per sempre, che ci mettiamo la faccia e “crediamo”.

  66. Marino Miccoli dice:

    La dignità espressa dai nostri due Fucilieri del BSM mi rende ancora più fiero di loro; non così posso affermare per gli altri che si trovavano qui in Italia comodamente seduti dietro la scrivania. E’ questo loro stare fermi che non accetto e non accetterò mai.

  67. Antonello Marras dice:

    che pena sentire certe dichiarazioni dal ministro della Difesa e pensare che sino a pochissimo tempo fa decideva su uomini e mezzi militari e da quando è successo il problema dei marò non ha preso mai una decisione che fosse giusta per riportare a casa i due marò. ho parecchi dubbi sulle qualità umane e militari dell’attuale ministro

  68. Vincenzo Bonfante dice:

    L’unica cosa seria da fare, da quando è successo il fattaccio, era quello di interrompere immediatamente le relazioni con gli adoratori di vacche, per far sentire forte e senza alcuna debolezza che quello che hanno fatto questi deficenti è stato quello di infischiarsene delle leggi internazionali e del diritto internazionale permettendo a qualche giudice da 4 soldi di violare questo diritto. Tutto questo è e rimane una vergogna per i marinai italiani. Non mi pronuncio per l’attuale ministro della difesa, non capisco la sua strategia se così vogliamo dire. Mi chiedo come doveva essere come CSM della MM.

  69. Fogli Gabriella dice:

    Caro Ezio, come recita un proverbio arabo: Se ognuno scopa davanti al proprio uscio tutta la terra sarà pulita. Invece perdiamo tempo, prezioso, a guardare la pagliuzza dell’altrui occhio…un grande abbraccio. Gabry.

  70. Sandro Macchia dice:

    Ezio Pancrazio Vinciguerra, sei stato troppo sottile per me. Non ho capito il messaggio.

  71. AFEA ONLUS MARIO BARBIERI dice:

    Caro Ezio, questa è una grande verità…….

  72. Elena Spirito Pirrone dice:

    purtroppo ci da allegato non disponibile.

  73. Carolina Latorre dice:

    Io lo vedo Elena

  74. Elena Spirito Pirrone dice:

    ok…. sono scherzi di fb..

  75. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Anch’io li vedo ma solo attraverso un gelido monitor. Mi piacerebbe vederli ed abbracciarli in Patria.

  76. Paolo Vizzaccaro dice:

    Condivido…!! Ma se per TOLLERANZA si intende accettare il sopruso e l’arroganza..accettare passivamente che sciacalli camuffati da salvatori della Patria smembrino per loschi interessi una Nazione…solchino un confine tra loro e la gente comune per mantenere privilegi…disonorino chi serve la Nazione e la Bandiera vendendo per quattro soldi onore e dignità…..allora io sono intollerante…!!!

  77. Sandro Pinna dice:

    Ma erano riuniti per una foto di gruppo? Sapevano che il servizio andava in tv, vero?

  78. GERARDO PIETRO MARIANGELI dice:

    PUBBLICITA’…
    “TRATTENUTIIIIiii …?” VERGOGNA, DOPO 8mesi queste dichiarazioni, MA NON POTEVANO FAR DIVENTARE “UNITA’ MILITARE” LA PETROLIERA?

  79. Sandra Letizia Parmesan dice:

    .. credo che sarebbe stato un atto dovuto, al nascere di un ”caso” di questo genere, la nave avrebbe dovuto essere considerata ”unita’ militare” e rientrare in patria per chiarire gli avvenimenti….. dal ”ministro” al mozzo passando per l’armatore… pretesa o idea troppo assurda, la mia???? (potrei aver detto una fesseria….)!!!!

  80. GERARDO PIETRO MARIANGELI dice:

    nè pretesa nè assurda…ATTO DOVUTO !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *