Nave Duilio, la “mia” nave

di Nicola Sinigaglia

Eccoci qui, dopo tanto tempo…
Queste sono le mie considerazioni personali sulla serata di ieri, su cos’è stata la Marina Militare e soprattutto cosa significa essere imbarcato su una nave. Nave Duilio.
Nave Duilio  significa un’emozione fortissima, prima di tutto, rivedere persone care dopo 24 anni è stato…”non so spiegarlo, però Capisc a mmme?”.
Ricordare amici che ci hanno lasciato e che rimarranno sempre nei nostri cuori. Amici che sicuramente da Lassù hanno assistito all’evento. Ho conosciuto marinai che hanno fatto parte di precedenti equipaggi del “Mitico” e sembrava come  se,  in qualche modo, fossimo “UN UNICO EQUIPAGGIO”,  da quando la nave è stata varata fino alla sua radiazione. Si è creata insomma la stessa fratellanza ed amicizia che accomuna equipaggi di diverse generazioni.
Mentre scrivo queste cose, mi assale un’emozione fortissima, ma va bene così! Sono quelle cose “belle della vita”, ormai rare, a cui si pensa sempre con piacere.
Ad essere sinceri fino in fondo ci ha pensato il grande Don Gino Delogu che  non ha fatto mancare il sostegno spirituale ricordando i due fratelli Massimiliano Latorre e Salvatore Girone detenuti ingiustamente dal Governo indiano. Sembrava che i due leoni del San Marco fossero a bordo con noi. Ho preparato per loro due attestati di partecipazione che al più presto gli farò pervenire per testimoniargli la nostra vicinanza.
Che dire ancora? Voglio ringraziare voi tutti, sia chi ha partecipato che coloro che non hanno potuto farlo per vari motivi. Ho avuto modo di notare che molti hanno partecipato virtualmente e attivamente sulla pagina di facebook (*) dedicata alla nostra nave.

Il prossimo raduno che faremo, perché lo faremo… vedrà la partecipazione di un gruppo di marinai ancora più massiccio ed affiatato. Ora smetto perché ho già il magone per questa avventura appena terminata. Mi riservo, più in là, di fare altre considerazioni sulla splendida serata felicemente trascorsa con i frà.
Un fraterno abbraccio a tutti e “I’LL NEVER FORGET YOU“.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Navi, Racconti, Recensioni, Sociale e Solidarietà. Permalink.

35 risposte a Nave Duilio, la “mia” nave

  1. rossi dice:

    sono uno che ha avuto il piacere di vivere un breve periodo (1974) su questa splendida nave da Mc con Capo Bonussi Automatismi e Mottola capo locale macchina.

  2. Giuseppe ORLANDO dice:

    Nicola, ho letto quanto hai sritto riguardo il vostro raduno,la grande emozione da te e dagli altri FRA’ provata – la comprendo benissimo – anzi NICOLA , per voi rivedervi dopo trascorsi 24 anni (tanto tempo) è stata grande emozione e che dire del mio raduno a Taranto di qualche anno fà del 1° EQUIPAGGIO DEL MITICO DUILIO – rivedere amici dopo 48 anni? non è facile trattenere l’emozione con le sue lacrime. Sono stato imbarcato su tante navi ultima il Vittorio Veneto – ma nel cuore , non sò il perchè, mi è rimasto il Caio Duilio. Ti abbraccio

  3. Rossi Pietro dice:

    Grazie di quanto detto……….c’era DeLogu…….mi sa il più anziano dei vari equipaggi succedutesi nel tempo…………io ero con lui. Vari motivi mi hanno impedito di essere presente……..ma ieri sera ho pensato alla vostra tavola
    conviviale e di fratellanza………..ho vissuto questa esperienza nel 2010 a Taranto per festeggiare il primo equipaggio e prima crociera del mitico Duilio…….spero di poter essere presente alla prossima…..un saluto ed un abbraccio a tutti………

  4. Nicola Sinigaglia dice:

    Pietro,ti ho messo da parte una foto,senza le firme però perchè verso la fine c’era una tale concitazione che puoi immaginare,comunque spero che tu riesca per la prossima che cercheremo di organizzare con più calma e magari in un periodo che non sia stagione di ferie

  5. Rossi Pietro dice:

    Grazie…………spero di esserci……….di nuovo salutissimi a tutti!

  6. Luca Scotta dice:

    Vorrei esprimere la mia gratitudine a Nicola per aver reso possibile con la sua caparbietà, grande energia e passione la realizzazione di una serata davvero bella ed entusiasmante,ciò che ognuno di noi ha nel suo cuore. indietro nel tempo Una sera trascorsa insieme davvero meravigliosa

  7. Franco Ferrari dice:

    Il Duilio fa parte del nostro DNA e sono felice di questo ritrovo per rivivere i momenti belli e brutti passati assieme.Sembra ieri ma …cavolo sono passati molti anni.Spero di esserci alla prossima anche se sarà difficilissimo visto che s
    ono a capo di un “equipaggio” giovane e numeroso da controllare giornalmente ma leggere le vostre sensazioni è stato come rivivere quei momenti insieme a voi che sono indelebili nella mia mente.Salutoni a tutti ! ! !

  8. Nicola Sinigaglia dice:

    X Pietro Rossi,se mi mandi un msg con indirizzo ti invio la foto.

  9. Don Gino Delogu dice:

    Pietro ti ho conservato anche l’attestato della partecipazione, virtuale ma eri presente.

  10. Rossi Pietro dice:

    grazie Gino…………..buona notte!!!!!!

  11. Raimondo Restivo dice:

    non sono mai sbarcato da quel battello il mio cuore vive tra quelle macchine e quei locali vi voglio bene viva il Duilio

  12. Giuseppe Orlando dice:

    Condivido la grande emozione nel ritrovare amici dopo un lungo periodo, emozione che è difficile descriverla perche’ è vero che si esaurisce con un abbraccio evidente ma non è solo questo è molto di più e descrivere ciò che uno prova n
    el suo cuore e nella sua mente nel ricordare quegli anni belli pieni di sacrifici, speranze e tanti ricordi non è facile descriverle…….vi capisco . Un caro abbraccio a tutti da un ex DUILIANO.

  13. Rossi Pietro dice:

    ciao Giuseppe, anche noi l’abbiamo vissuta quell’emozione………..noi duiliani abbiamo nel cuore la bella nave e con orgoglio, anche tu Giuseppe, abbiamo contribuito ad allestirla e lasciarla in eredità ai più giovani………..buona serata a tutti

  14. Gerardo Grella dice:

    Buonasera capo Pietro Rossi buonasera e buona serata a voi tutti.

  15. Rossi Pietro dice:

    buona serata pure a te Gerardo

  16. Raimondo Restivo dice:

    buona notte marinai!!!

  17. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Grazie per avermi fatto condividere anche se virtualmente questa forte emozione. Marinai di una volta, marinai per sempre!

  18. Rossi Pietro dice:

    Ezio…………come era maestosa la “mia” nave!!!!!!!!!!!!

  19. Giuseppe Orlando dice:

    …Pietro, scusami tanto……la nostra nave e nò la tua nave . Ciao

  20. Rossi Pietro dice:

    Giuseppe…ero rivolto ad Ezio……..per spiegare l’attaccamento ad essa…….se leggi bene………….il possessivo l’ho messo tra “”.certo era nostra di tutti noi che in tempi diversi abbiamo calcato quelle lamiere……….in più ci
    possiamo inorgoglire che siamo stati il primo equipaggio……….e di esserci a bordo anche quando ancora non era “sacra nave armata dalla Patria”…………spero di essere stato chiaro………….buon pomeriggio………se incontri, oggi, Antonio Pirozzi dagli un abbraccio da parte mia, per il suo compleanno

  21. Giuseppe Orlando dice:

    Ciao Pietro, spiegato benissimo, ricordati che a parità d’anni fra noi – tu eri Sergente ed io 2° Capo per cui il CAPO HA SEMPRE RAGIONE ah,ah,ah ti abbraccio

  22. Giuseppe Orlando dice:

    Pietro – Antonio Pirozzi credo non sia a Taranto gli auguri li ho fatti tramite Facebook ciao

  23. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Carissimi, pregiatissimi e preziosissimi Pietro Rossi Giuseppe Orlando è sempre un piacere leggere i vostri “generosi” commenti per una Marina che fu…fatta di galantuomini e signori d’altri tempi. Proprio come voi. Nel mio, ma sarebbe meglio dire nel nostro, cuore oggi non è più così, purtroppo. Manca forse quella “vocazione” e quel decantato “spirito di sacrificio” che ci avete trasmesso, soprattutto a bordo. Se affermo questo, e ne sono convinto, è perché basta leggere i commenti e l’attaccamento al dovere, alle dogmatiche istituzioni e soprattutto al “rispetto” dell’amicizia che in parecchie circostanze sono latenti in questo periodo storico. La Marina naturalmente non fa eccezione.

  24. Rossi Pietro dice:

    grazie Ezio……

  25. Raimondo Restivo dice:

    la mia nave la AMO!! Sopra , dentro, quelle lamiere dove c’era un cuore che pulsava! ho trascorso tutta la mia giovinezza imparando è apprezzando il valore delle persone , graduati e non ma prima di tutto Uomini!! un affettuoso saluto!!

  26. PINO DI COSTANZO dice:

    “Bellissima, parole semplici ma sentite, che fanno sorgere tanti sentimenti dalla tenerezza all’emozione. Scrivere è come interpretare la voce del cuore. Questi versi sembrano scritti intingendovi la penna del sentimento.”

  27. Giuseppe Devanna dice:

    bellissima e toccante dedica ….

  28. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Grazie Giuseppe Devanna è un articolo da condividere per non dimenticare cosa ha rappresentato per i marinai di una volta l’attaccamento al dovere.

  29. Antonio Girardi dice:

    Bellissima testimonianza a ricordo di veri marinai di una volta.

  30. Germano Conti dice:

    “i valori umani hanno ceduto il posto esclusivamente agli interessi…. oggi son solo quelli ad essere importanti, per i quali vale la pena scendere a livelli inqualificabili…. che tristezza!….
    ♥”Marinai una volta, marinai per sempre”

  31. Nicola Sinigaglia dice:

    Mi Piace

  32. Franco Vetturini dice:

    Sagge parole Ezio, la Marina Militare ci ha fatto conoscere, e Nave Duilio è nei nostri Cuori e ci mantiene uniti per sempre come il Motto dei Marinai un saluto a tutti.

  33. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Uno dei cardini principali della vita è senza dubbio l’amicizia cioè lo scambio di condivisioni che vuol dire l’amore che ognuno di noi prova per essa. Questo amore per la vita si può manifestare in tanti modi. Voi lo avete fatto come Lui ci ha insegnato. Sono fiero, allo stesso orgoglioso e felice di avervi avuti come “Capi”. MARINAI DI UNA VOLTA, MARINAI PER SEMPRE

  34. Franco Fiannaca dice:

    Ciao a tutti, io sono stato un membro del Caio Duilio. Sono stato a bordo dall’83 all’86, con il grado di sergente nocchiere, quindi mi farebbe piacere che se ci fosse qualche collega che faceva parte dell’equipaggio mi farebbe piacere sentirlo.

  35. sono Garrisi Domenico classe 3/56 del 7°/8° reparto imbarcato sul mitico Duilio vorrei tanto incontrare i miei commilitoni ma anche gli ufficiali e sottoufficiali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *