La lista della spesa

a cura di Toty Donno

Una donna, vestita sobriamente, con il volto triste, entrò in un negozio, si avvicinò al padrone e umilmente gli chiese se poteva prendere alcuni alimenti a credito.
Con delicatezza gli spiegò che suo marito si era ammalato in modo serio e non poteva lavorare e i loro sette figli avevano bisogno di cibo.
Il padrone non accettò e le intimò di uscire dal negozio.
Conoscendo la reale necessità della sua famiglia la donna supplicò: “Per favore, signore, glielo pagherò non appena posso”.
Il padrone ribadì che non poteva farle credito, e che lei poteva rivolgersi ad un altro negozio.
In piedi, vicino al banco, si trova un giovane sacerdote che aveva ascoltato la conversazione tra il padrone del negozio e la donna. Il sacerdote si avvicinò e disse al padrone che avrebbe pagato quello che la donna avrebbe preso per il bisogno della sua famiglia, allora il padrone con voce riluttante, chiese alla donna: “Hai la lista della spesa?”. La donna disse “Si, signore”.
“Bene” disse il padrone “metta la sua lista sul piatto della bilancia e le darò tanta merce quanto pesa la sua lista”.
La donna esitò un attimo e, chinando la testa cercò nel suo portafoglio un pezzo di carta, scrisse qualcosa e poi posò il foglietto su un piatto della bilancia. Gli occhi del padrone e del sacerdote si dilatarono per lo stupore, quando videro il piatto della bilancia, dove era stato posato il biglietto, abbassarsi di colpo e rimanere abbassato.
Il padrone del negozio, fissando la bilancia, disse: “E’ incredibile”
Il sacerdote sorrise e il padrone cominciò a mettere sacchetti di alimenti sull’altro piatto della bilancia. Pur continuando a mettere molti alimenti, il piatto della bilancia non si muoveva, fino a che si riempì.
Il padrone rimase profondamente stupito. Alla fine, prese il foglietto di carta e lo fissò ancora più stupito e confuso… non era una lista della spesa! Era una preghiera che diceva: “Mio DIO, Tu conosci la mia situazione e sai ciò di cui ho bisogno: metto tutto nelle tue mani!”.
Il padrone del negozio, in silenzio, consegnò alla donna tutto ciò che aveva messo nel piatto della bilancia. La donna ringraziò e uscì dal negozio.
Il giovane sacerdote, consegnando una banconota da 50, disse al padrone:
“ORA SAPPIAMO QUANTO PESA UNA PREGHIERA”
…il nome di quel sacerdote era: KAROL WOJTYLA

Questo articolo è stato pubblicato in Le parabole e ritratti di Toty Donno, Racconti, Recensioni, Sociale e Solidarietà. Permalink.

17 risposte a La lista della spesa

  1. Antonio Girardi dice:

    Grande uomo, grandissimo Papa e immenso il suo pontificato colmo di straordinari esempi di fede e di amore per tutti ma più in particolare per i più deboli.

  2. Maria D'urso dice:

    ‎..una bella persona non è necessariamente un amico, ma un amico è sicuramente una bella persona e tutto si trasforma in magia …la magia della semplicità, come quello che hai scritto!

  3. Ciccio Missini dice:

    e bellissimo questo tuo pensiero, un abbraccio a te e uno a GIANNI BELLA. vvb.

  4. Toty Donno dice:

    A tutta dritta!!!!!! comandante….ben tornato fratello….buona serata…..e grazie

  5. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Toty…riprendiamo la “navigazione”. Grazie a te.

  6. Rosaria Del Priore dice:

    Dalle tue parole sempre si scorge il grande professionista e il grande uomo, carico di umanità e di sensibilità. E’ un piacere, oltre che un privilegio, apprendere da te!

  7. Chiara Vento dice:

    L’amore e’ l’orologio della vita, scandisce i suoi rintocchi senza mai fermarsi, attraverso i battiti del cuore….♥

  8. Vittorio Marzo dice:

    E’ “tenerissima”! Proprio dolcissima, grazie x averla condivisa con noi!

  9. Antonella Raciti dice:

    Grazie di cuore e santa serata nel nido dei tuoi affetti più profondi

  10. Mino Minniti dice:

    🙂 quanta bontà cristiana nel tuo pregiatissimo racconto. Un abbraccio

  11. Antonella Berardi dice:

    Signore abbi Misericordia di noi. Sei la nostra forza.Grazie .

  12. Santa Spadaro dice:

    Ti Amo..Gesù..♥.

  13. Pino Di Mola dice:

    Gesù nella TUA infinita MISERICORDIA pensaci TU, serena notte cara

  14. Andrea Nobili dice:

    Grazie.. Grazie.. Grazie.. Ogni tanto il passato va’ ricordato per rendere migliore il futuro.. Grazie ancora..

  15. Gebriella Fogli dice:

    Ognuno di noi possiede dei talenti, ognuno di noi ha il suo particolare dono, il suo personale talento e deve comprendere qual’è, e, una volta riconosciuto, coltivarlo. Non importa se i vostri quadri non saranno esposti nelle gallerie, se vi sentite di dipingere, fatelo. Se vi piace scrivere, scrivete. Se vi piace cantare, cantate.
    Preparare un dolce è un’arte. Saper ricavare da uno scampolo una camicetta è un’arte. Mio marito ha le mani d’oro. Sa riparare di tutto. Anche questi sono talenti, e talenti preziosi.

  16. Roberto Tento dice:

    Siate amante e praticante della semplicità e dell’umiltà, e non vi curate dei giudizi del mondo, perché se questo mondo non avesse nulla da dire contro di noi, non saremmo veri servi di Dio.

  17. Domenico Mimmo Reitano dice:

    Grazieeeeeeeeeeeeeeeee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *