A.N.M.I. Torino ed il sommergibile Provana

di Marulli Claudio

Carissimo Ezio,
quello che resta del tronco del sommergibile Provana (…è il 1° Provana) risale al 1915 ed è stato trasportato a Torino nel 1928 in occasione della mostra internazionale del parco del Valentino. Il sommergibile, in un primo momento, è stato dapprima adagiato ed affidato all’Associazione Marinai, successivamente lo ha preso in custodia il Comune di Torino per farne un monumento ma che non ha i soldi per la manutenzione.
Proprio in questi giorni stiamo approntando un progetto di intervento straordinario per rimetterlo in sicurezza infatti abbiamo la necessità di reperire fondi  perché entra acqua e si stanno rovinando gli interni.

Il secondo Provana, di cui fai riferimento per la perdita del un tuo concittadino Zilli e a cui avete dedicato la locale sezione marinai di Civita Castellana, è quello che è stato affondato nelle acque di Orano (Algeria) e non esistono riferimenti con alcun mio parente in entrambi i casi.
L’unico mio omonimo è l’ammiraglio Vittorio Marulli che è stato presente alla cerimonia della prima ristrutturazione del Provana nel 2000, effettuata dalla Ansaldo di Genova a cura del Comune di Torino.

Colgo l’occasione per inviarti anche le foto del modellino del monumento al Marinaio d’Italia di Brindisi, la mia città natia. Il monumento è stato costruito anche da mio fratello e poi io ho completato il tutto.

Spero quanto prima, caro Ezio, di mandarti un memoriale di mio fratello Giuseppe perché vorrei veramente tanto ritrovare quei suoi frà che hanno condiviso i 24 mesi che ha fatto in Marina (io ne ho fatti 18).
Per fortuna siamo sempre marinai a vita, la nostra famiglia è stata un famiglia di pescatori di Brindisi.
Ciao a presto un abbraccio Claudio Marulli.


A.N.M.I. TORINO
Viale Marinai d’Italia Ponte Isabella, 1 – 10126 TORINO
tel.011/6963245 – tel. 011/3091959
e-mail: anmitorino@gmail.com

Allo stesso argomento:
http://www.lavocedelmarinaio.com/2011/11/a-n-m-i-torino-umberto-grosso/

 

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Navi, Recensioni, Sociale e Solidarietà. Permalink.

18 risposte a A.N.M.I. Torino ed il sommergibile Provana

  1. Toty Donno dice:

    Questa è la mia preghiera per te, Giuseppe Marulli:

    ho pregato perché tu possa trovare sempre

    la forza per superare tutte le tue prove;

    ho pregato perché tu possa sentire accanto

    una Presenza sicura e amorevole

    che illumini anche la tua ora più buia.

    Ho pregato perché tu possa vivere la tua vita

    con gioia e perché tu senta di non essere mai solo.

    Ho pregato, ed ho sentito nascere in me un sorriso,

    allora ho capito che la mia preghiera sarà esaudita.

  2. Michele Di Cologno dice:

    Tu lo porti nel tuo cuore, amico caro.
    E quando ci sei, si sente il calore.
    Grazie e buona domenica.”

  3. claudio marulli dice:

    Ringrazio anticipatamente chiunque si faccia partecipe di diffondere la mia ricerca degli amici di naia di mio fratello radiotelegrafista giuseppe marulli classe 1950 ,per ricordarlo al meglio farò tutto quello che potrò con il cuore.

  4. Rosario Beccari dice:

    Un messaggio pieno di speranza…spero che i giovani ne capiscano il significato….ma sono sicuro di si, i giovani sono il nostro futuro…♥ grazie Claudio

  5. Mario Carlucci dice:

    Carissimo Claudio leggo e rileggo , in silenzio , leggo parole da uomo e di parola . Un abbraccio A voi due molto grande con stima ma specie affetto ♥

  6. Marinaio Telefonista dice:

    Claudio sei un grande. Non ti conosco ma con le parole che hai scritto ho capito che la tua forza di vivere e di combattere é molto grande e convivere con la tua sofferenza con tanta dignità e amore per la Marina che ti rende unico !!!!!

  7. Equipaggio Nave Ardito dice:

    Claudio ti ammiro molto e sei Una lezione di vita immensa !!!!!un abbraccio”

  8. Pier Paolo Scatigna dice:

    Si infrange sbatte violentemente
    l’acqua gelida ma così trasparente..
    Fino all’infinito giorno…
    senza mai fare ritorno…

  9. claudio marulli dice:

    sono emozionato ad avere già tanti contatti,non sono un cercastorie,ma vivo alla giornata con dignità e rispetto verso tutti, grazie alla vostra riconoscenza e verso quei ideali che forse qualcuno non capirà mai, ma che per mè sono ormai la risposta alla vita che continua e il ricordo di un fratello che non trovo più al mio fianco.Non è certo aver fatto un museo dedicato a lui che il mio ricordo si infrange,ma si rafforza ogni giorno che passa proprio perchè trovo in voi la forza di continuare a farlo.Grazie cari amici un fraterno abbraccio a tutti voi. claudio marulli

  10. Antonio Girardi dice:

    Bellissima testimonianza a ricordo di veri eroi che sono deceduti nell’adempimento del loro dovere.

  11. Germano Conti dice:

    “i valori umani hanno ceduto il posto esclusivamente agli interessi…. oggi son solo quelli ad essere importanti, per i quali vale la pena scendere a livelli inqualificabili…. che tristezza!….
    ♥”Marinai una volta, marinai per sempre”

  12. valter dice:

    Buonasera a tutti da un ex della Marina Militare. Ho visionato il vostro Sito e lo trovo bellissimo. Ho creato un mio Sito Web, dove ho inserito anche la Marina Militare. Cerco Radiotelegrafisti di Bordo, da farli iscrivere nel mio Sito per postare tutto sulla Radiotelegrafia. Per chi entra da Internet, deve postare il Sito in alto a sinistra in CERCA. Una volta iscritti, dovete entrare nel Forum e vi presentate dove c’è scritto ” CHI SIAMO “, dopo di che dovete scrollare con il mouse verso il basso, fino a raggiungere la Zona dedicata hai Radiotelegrafisti. Vi ringrazio, per tutto quello che farete e vi saluto cordialmente. Valter ik7tab.

  13. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Claudio carissimo,
    scusa per il ritardo della pubblicazione del tuo interessantissimo articolo che farà contenti parecchi lettori dovuto, purtroppo alla perdita della mia cara mamma.
    Spero che tu abbia trascorso un sereno ferragosto.
    Colgo l’occasione per ringraziare te e il gruppo A.N.M.I. di Torino.
    Rimango in attesa del memoriale di tuo fratello e di qualunque notizia vogliate pubblicare.
    Ezio
    Marinai una volta, marinai per sempre!

  14. Marulli Claudio dice:

    Ciao Ezio carissimo,scusami ma inizialmente non mi era chiaro che la pubblicazione alla quale facevi riferimento era proprio nel blog dei marinai, sei grande e riconosco in te una persona con doti magnifiche e grande disponibilità, quello che purtroppo non riscontriamo nei giovani dove compare sempre molta superbia e poca voglia di credere nelle cose reali e costruttive. Ho capito come funziona il tuo inserto sai non sono una cima con il pc ma “dopo 10 volte diceva mio papà capisco al volo”, è magnifico l’uso della tecnologia collega tanto bene i cuori ed i pensieri e avvicina il mondo e le persone . Ho riscontrato tante condivisioni di pensieri da amici che non conosco o che ho come amici su fb,ma sai quando ti tiri in ballo si creano delle cose meravigliose avvicinano le menti.grazie ancora per il tuo operato stupendo sei grande Ezio ti ammiro tantissimo.
    A presto Claudio Marulli

  15. Marulli Claudio dice:

    Emigrante di poppa, elettricista, artigiano e marinaio
    di Marulli Claudio
    Ciao Ezio carissimo,
    scusami ma inizialmente non mi era chiaro che la pubblicazione alla quale facevi riferimento era proprio nel tuo blog dei marinai (*). Sei grande e riconosco in te una persona con doti magnifiche e grande disponibilità, quello che purtroppo non riscontriamo nei giovani dove compare sempre molta superbia e poca voglia di credere nelle cose reali e costruttive.
    Finalmente ho capito come funziona il tuo inserto; devi sapere che non sono una cima con il pc ma come diceva il mio papà “dopo 10 volte capisco al volo”.
    E’ magnifico l’uso della tecnologia, collega tanto bene i cuori ed i pensieri e avvicina il mondo e le persone. Ho riscontrato tante condivisioni di pensieri da amici che non conosco (o che ho come amici su facebook) ma, quando ti tiri in ballo, si creano delle cose meravigliose che avvicinano le menti.
    Sono riuscito a far ripartire questa “baracca” di pc poiché abbiamo avuto un blackout nella rete elettrica da poco ripristinata dai tecnici Enel. Anche se ci siamo sentiti poche ore fa, con immenso piacere ho riscoperto come è la tua voce e non solo la tua penna dove descrivi benissimo le tue sensazioni di giovane ricco di voglia di conoscere come è fatta la vita.
    Voglio esprimere tutto il mio appoggio alla riuscita della tua missione e, appena possibile, farò una piccola diciamo”traccia”dove tu dovrai però correggere eventuali errori di ortografia e/o di dialettica, e vedrò di mandarti quello che cerchi sia di mio fratello che di me.
    Altrettanto farò dopo lettura del tuo fantastico libro “Emigrante di poppa” che finirò di leggerlo ancora tutto di un colpo sempre che non mi addormento prima.
    Mi accorgo dalla telefonata di aver riconosciuto in te la mia stessa figura,di figlio e ragazzo che non voleva partire in Marina ma che adesso mi manca moltissimo. Avevo tanti obiettivi nella gioventù che forse riponevo con l’arruolamento nella Marina Militare ma, purtroppo, sono decaduti tutti. Solo adesso mi rendo conto e riconosco di aver fatto l’errore di non aver avuto fiducia in quella vita cameratesca che invece mi prometteva tanto: sia piccole gioie che dispiaceri. Il più grande in assoluto è stato la perita di mio fratello ma, con la possibilità offertami di far parte dell’associazione marinai di Torino, ho capovolto tutto a mio favore perché ho realizzato quel piccolo spazio di mare del profumo della mia città, Brindisi, trasferendola sulle rive del Po a Torino.
    Torino, mi ha appagato di tutti gli sforzi che fino ad oggi ho fatto e che certamente farò ancora, in quanto ricordo viva la figura di mio fratello. Quando lo vado a trovare lì in Sede, a due passi dal grande fiume, nell’ammirare le opere che abbiamo inserito nel museo, mi sembra di sentire ancora la sua voce e l’aria di mare, quella di casa per intenderci.
    Scusa se sono stato prolisso e ripetitivo ma è d’obbligo e mi farebbe tanto piacere, non per protagonismo,una tua futura visita a Torino per farti visitare il luogo più bello di questa città: il Museo dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia.
    Ti auguro una buona notte con un futuro sempre positivo.
    Un abbraccio di cuore a presto Claudio Marulli.

    P.s. Grazie ancora per il tuo operato stupendo. Sei grande Ezio ti ammiro tantissimo.

    (*) http://www.lavocedelmarinaio.com/2012/08/a-n-m-i-torino-ed-il-sommergibile-provana/

  16. Giuseppe dice:

    sono un amico di Claudio Marulli e socio A.N.M.I.
    di Chivasso e Torino. non condivido la foto pubblicata più sopra in quanto è stata tagliata, e non appare completa in quanto essa ritrae anche mio Figlio Roberto Ambrassa Capo di prima Classe del Pronto inpiego Gos deceduto in servizio dopo 24 ANNI DI ONORATO SERVIZIO IN MARINA(in merito vedere la targa posta all’esterno del museo pubblicata in un servizio precedente) Mi scuso per il disturbo e per gli errori di ortografia Giuseppe Ambrassa

  17. giuseppe dice:

    Caro Claudio volevo farti sapere che l’indirizzo di posta è sbagliato. Quello corretto è (anmitorino@gmail.com). Una considerazione mia personale, mi dispiace, e mi fà male, vedere la tua poca sensibilità dimostrata già in passato.la foto di Tuo Fratello,( che io rispetto sinceramente), tu l’abbia tagliata non facendola apparire come è. Tu sai che il useo è stato intitolato ad entrambi e
    che mio Figlio era un Maresciallo di prima Classe del tim GOS deceduto per incidenteil 07 aprile 2003 dopo 25 anni di onorato servizio in Marina. Questo proprio non lo capisco. Senza rancore Giuseppe Ambrassa e moglie Demaria Teresa P.S. avremo poi l’occasione di parlarne a voce ( Scusa per gli errori di ortografia)

  18. claudio marulli dice:

    carissimo Giuseppe,
    come già chiarito con tè telefonicamente specifico ai lettori,che non è stata fatta nessuna mancanza nel tagliare la foto che Ezio Vinciguerra ha preferito rendere pubblica tramite questo sito.
    Pertanto, quella foto di mio fratello scattata personalmente da mè,è stata inviata così come era ed allegata all’articolo personale che riguardava mio fratello.
    Ritengo doveroso non formalizzarti nessuno rimprovero,in quanto capisco la Tua prima impressione,ma la prossima volta valuterai bene a spendere opinioni non a luogo.Caramente senza rancori Ti saluto. Claudio Marulli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *