10 aprile 1991 la tragedia del Moby Prince

Noi NON DIMENTICHIAMO!

140 vittime che chiedono ancora giustizia: dopo 21 anni manca ancora un colpevole.

10 aprile 1991: il traghetto Moby Prince, appena uscito dal porto di Livorno, si schianta contro la petroliera Agip Abruzzo. 140 persone, tra equipaggio e passeggeri, troveranno la morte.

https://www.facebook.com/groups/mobyprince/

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

20 risposte a 10 aprile 1991 la tragedia del Moby Prince

  1. ORLANDO ABATERUSSO dice:

    EZIO GRAZIE ANTONIO….

  2. Daniele Petrino dice:

    Carissimo Ezio un forte abbraccio e i miei più cari e sentite condoglianze a tutti voi per non dimenticare. Daniele

  3. Paolo Francavilla dice:

    Ciao Ezio, buongiorno a te………
    sono io che ti ringrazio e questo tuo messaggio mi dimostra la tua squisita gentilezza e rispetto anche x le amicizie virtuali.

  4. Ferrante Torrini dice:

    Ciao Ezio,
    è con infinito piacere che ho accettato entusiasticamente il tuo invito, è anche un onore al quale non avrei rinunciato a nessun prezzo. Il nostro comune sentire ci unisce in un afflato che prevalica la non conoscenza fisica, la annulla ed anzi, la rende la nostra forza.
    Con affetto, Ferrante.

  5. Roberta Di Francesco dice:

    oh che bello si vede bene anche la lapide!
    grazie Ezio!!!la farò vedere a mia madre!grazie ancora!

  6. eziovinciguerra dice:

    🙂 Ciao Roberta

    Anche i sassi forse hanno un’anima … …indimenticabile.
    Colgo l’occasione per stare vicino a voi e a tutti i vostri cari.

  7. Vincenzo Rinaldi dice:

    Grazie sei costante sollecitatore di ricordi e valori trascorsi

  8. Antonella Stella dice:

    Quando ti senti sola, contro tutti… quando non c’è nessuno che ti possa aiutare… quando non c’è nessuno che ti voglia aiutare… quando un amico ti tradisce… quando non c’è o non ti capisce… quando hai una delusione… quando piangi per un’illusione… quando smetti di sognare… quando senti che non ce la puoi fare… quando fai fatica a respirare, a sentire i battiti del tuo cuore… quando ti criticano e ti disprezzano… quando t’accorgi che qualcuno ti ha abbandonato… quando conti su un amico e scopri che l’amicizia è solo un utopia… quando conti su un amore e capisci che anche lui, un giorno o l’altro andrà via… quando cammini sola con nessuno per mano… quando non ti va di vedere la gente… quando ti chiudi nel tuo mondo e la vita ti sembra una barca già affondata per metà… quando piangi e non senti la tua forza… quando la vita perde ogni senso… quando non ti batte più il cuore per un tramonto o un aurora… quando una rosa non ti emoziona… quando il buio diventa la tua tana per difenderti dal mondo, per difenderti dalle emozioni, per difenderti dalla paura… per difenderti da altri sogni che andranno infranti, e scoppieranno come una bolla di sapone… LOTTA, metticela tutta, corri, salta l’ostacolo più alto, nuota nel più tempestoso dei mari… vola, rincolla le tue ali spezzate, arriva fino alla stella più luminosa, vai sempre più su, arriva in alto senza guardare giù… sorridi, perché tutto cambierà devi solo aspettare, ed aprire agli altri il tuo cuore, guarda il sole, guarda i colori, immagina un mondo bianco e nero e scopri quanto sei fortunato… ama, anche se può sembrar rischioso, buttati a capofitto senza temere, sogna, fallo, perché senza sogni non si vive, se smetti di sognare perdi te stesso e nessuno ti potrà ritrovare… vivi, perché la vita è una sola, non c’è una seconda occasione, e un giorno guardando in dietro ringrazierai queste parole che ti sono arrivate dritte al cuore… e un’ultima cosa, non avere paura, conosci il coraggio, se devi dire una cosa dilla, se devi farla, falla… se devi dare un addio è ora, se devi dare un bacio dallo… se ti accorgi che stavi sbagliando percorso, abbandonalo subito… se ti accorgi di non amare più, dillo e se trovi la giusta via, o una nuova… o una che avevi abbandonato da tempo e non te ne eri accorto, non esitare a prenderla… in fondo alla strada, proprio dietro l’angolo, c’è qualcuno che ti aspetta

  9. Voci della Memoria dice:

    E’ un orgoglio per noi apparire in questo blog: Livorno NON dimentica, noi NON dimentichiamo.

  10. Giuseppe Pascale dice:

    Grazie di cuore caro Ezio

  11. Marco Mattei dice:

    Grazie ancora Ezio per questo ricordo. Ieri ero presente insieme agli altri parenti delle vittime, il dolore è sempre più che mai vivo, ma più viva è la voglia di Giustizia. Un abbraccio a tutti voi che avete partecipato anche dal web, con i vostri messaggi.

  12. Marco Mattei dice:

    Grazie Ezio, sono commosso.

  13. eziovinciguerra dice:

    🙂
    Marco carissimo è una pagina bruttissima per la nostra storia e per il mio modo di amare il mare e la vita in particolare. Non facciamo cadere nell’oblio quanto successo lo dobbiamo non solo a Loro ma anche a noi Italiani

  14. Martina Benedetti dice:

    Grazie Ezio un baciooo !!! 🙂

  15. Toty Donno dice:

    Toty Donno

    Ogni Giorno è da Vivere

    ☆ ☆ ☆♥ Ogni mattina
    è una giornata intera
    che riceviamo… dalle mani di Dio.
    Dio ci dà una giornata
    da Lui stesso preparata per noi.
    Non vi è nulla di troppo
    e nulla di ” non abbastanza “,
    nulla di indifferente
    e nulla di inutile.BUONGIORNO.☆ ☆ ☆♥-

  16. Ivan Perriera dice:

    Ciao Ezio, grazie

  17. Angela Di Stefano dice:

    Grazie mille per essere una parte della mia vita

  18. Tonino Traisci dice:

    ti ringrazio di cuore

  19. ANNA BARRETTA dice:

    NON C’È COSA PIÙ GENEROSA,CHE DARE VOCE A CHI NON NE HA…SERENA NOTTE ANIME BELLE ♥♥♥

  20. Franco Mc Elm Patricelli dice:

    Chi è stato “marinaio” a bordo sà che il suo orizzonte spazia su 360°, senza i paraocchi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *