Una storia triste

di Roberta – Ammiraglia88
www.ammiraglia88.it
www.mondovespucci.com

…riceviamo e orgogliosamente pubblichiamo.  

Ciao Ezio,
mi sono ricordata di una filastrocca, che avevo sul sussidiario delle elementari e ogni tanto mi ritorna in mente. Non ricordo come fosse interamente, ma  ricordo qualche rima che mi aveva colpito molto, talmente tanto che, ancora oggi, quella rima riaffiora sporadicamente.
In mezzo alle montagne del Trentino ci avevano fatto leggere (e imparare) questo.
Era una storiella di qualcosa che era successo tra un grillo e una formica (nel web ho trovato una storiella simile, in cui i due si sposano, ma non posso dire che fossero gli stessi dettagli iniziali):

“Suonan le sette di là dal mare
si sente dire che il grillo sta male.
Suonan le otto di là dal porto
si sente dire che il grillo è morto.
La formichina per il gran dolore
alza la zampina e si trafigge il cuore.”

E così devono essere apparsi il mare e il porto nella mia vita. Peccato che fosse una storia così triste! Buona serata ciao ciao.

Questo articolo è stato pubblicato in Racconti, Recensioni, Sociale e Solidarietà. Permalink.

25 risposte a Una storia triste

  1. Marino Miccoli dice:

    E’ singolare come nel corso della nostra vita all’improvviso ricompaiano ricordi che hanno caratterizzato l’infanzia, proprio come lo stornello di cui ci ha resi partecipi la sempre gradita Roberta “Ammiraglia88” con i suoi scritti.
    Quello era il tempo spensierato delle scuole elementari, dell’unico libro chiamato “sussidiario” (quanti libri portano a scuola oggi i nostri figli… forse sono troppi!) e dell’unico maestro.
    Eppure, in quell’epoca di cose e persone “uniche” mi sento di affermare che abbiamo imparato ugualmente ciò che di importante dovevamo conoscere.
    Grazie a te, Roberta, per il bel ricordo d’infanzia; anch’io dalla mia infanzia conservo nella memoria uno stornello “marinaresco” che, sapendo che ti farà piacere conoscere, lo scrivo qui di seguito:
    C’è una barca in mezzo al mare
    ch’è diretta a Santa Fé;
    deve andare a caricare
    mezzo chilo di caffè;
    la comanda un Capitano con la barba rossa e blu
    fuma il sigaro toscano e promette il Perù…
    Ciao Roberta!!!

  2. Pia Di Maria dice:

    Grazie Roberta è una bellissima storia

  3. Piera Consolini dice:

    Grazie Roberta,è bellissima!

  4. Luigi Santoro dice:

    Ciao Ezio,
    ‎”il fulmine dell’amore”…come unica forza capace di distruggere ogni cattiveria e ogni debolezza umana. L’amore…concentrato in un fulmine proprio per diventare “colpitore”.
    Bella storia scritta con un pensiero rivolto sempre e unicamente all’amore. Complimenti Roberta
    Gigi

  5. Lina Intruglia dice:

    Bella!

  6. La Martira Giovanni dice:

    Molto bella Roberta…
    un atto d’amore di tutto ciò che c’è di negativo oggi. Ancora complimenti, sono fiero di te.

  7. Messina Giuseppe dice:

    Quando un essere nato libero che non può rinunciare per sempre alla sua libertà, l’amore irrompe gli indugi e oltrepassa il confine che lo tiene succube… Complimenti Roberta Ammiraglia. Un caro saluto.

  8. ezio vinciguerra dice:

    🙂 Ciao Roberta,
    se volevi farmi piangere ci sei riuscita ma sono lacrime di felicità.
    Grazie un abbraccio forte forte.

  9. Settimo Sanna dice:

    Difendo cinque cose : Le Donne, l’onore, gli amici, i bambini e i deboli.
    Ammiro cinque cose : Il talento, la serietà, l’amore , la cordialità e la grazia.
    Escludo cinque cose : l’ignoranza, l’offesa,la cattiveria, la perfidia e l’invidia.
    Combatto cinque cose : la bugia, l’odio , il rancore , la malvagità e la calunnia.
    Conservo cinque cose : la salute, il prestigio, la dignità , la fedeltà e il buon umore.

  10. Antonella Stella dice:

    “L’amore è come un’onda del mare che può rinfrangersi prima del tempo, ma anche se il vento disperderà la sua schiuma non sarà perduta perché dentro di sé avrà una nuova onda che raggiungerà la riva.”

  11. Silvana Pucci dice:

    ogni attimo della nostra vita è parte di noi è con quell’attimo che piano piano noi costruiamo il nostro grattacielo..come si può dimenticare..anche le virgole fanno parte della nostra vita

  12. Mi Manchi dice:

    Noi camminiamo, lasciamo tutte quelle orme sulla sabbia, e loro restano lì, precise, ordinate. Ma domani, ti alzerai, guarderai questa grande spiaggia e non ci sarà più nulla, un’orma, un segno qualsiasi, niente. Il mare cancella, di notte. La marea nasconde. E’ come se non fosse mai passato nessuno.
    E’ come se noi non fossimo mai esistiti. Se c’è un luogo, al mondo, in cui puoi non pensare a nulla, quel luogo è qui.
    Non è più terra, non è ancora mare. Non è vita falsa, non è vita vera.
    E’ tempo. Tempo che passa. E basta…Visualizza altro
    …. il mare è il tuo specchio; tu contempli nell’infinito svolgersi dell’onda l’anima tua, e un abisso è il tuo spirito non meno amaro…
    Mi manchi – “L’amante del mare”

  13. Lino Cambria dice:

    La vita non va mai come credevi dovesse andare. Capita sempre qualcosa o qualcuno che ti fa andare nella direzione opposta. A volte sbagli, a volte no… questione di fortuna.

  14. Anna Colasanti dice:

    Ciao Ammiraglia cara, mi ha stretto il cuore questo tuo scritto, sono vicina a te e vi abbraccio forte. Ti lascio una carezza buon weekend mia dolce sorellina, a presto♥

  15. Caterina Varriale dice:

    il fraterno amore che accomuna gli amici del marinaio è con te Roberta, stanne certa!
    buon tutto

  16. Carmela Picheca dice:

    Buongiorno, a chi nella vita non crede
    a chi nella vita vorrebbe crederci
    a chi semplicemente vive la Vita.
    BUONGIORNO A VOI TUTTI……

  17. Salvatore e Clara dice:

    grazie per l’amicizia Ezio e delle belle parole oggi difficili da trovare

    Salvatore Pugliese Clara Costabile

  18. Giuseppina Leonardis dice:

    ciao anck ame ricorda UNA CANZONE…ma a volte e meglio morire fuori ke dentro…..un bacio e scusa dello sfogo…

  19. ezio vinciguerra dice:

    Ciao Giuseppina con me non ti devi mai scusare. Ognuno di noi nella vita trascorre momenti alterni. Come dice De Filippo “adda passà a nuttata” e comunque la vita è solo tua. Ti auguro di viverla intensamente, sempre!
    Un abbraccio

  20. Giuseppina Leonardis dice:

    CIAO ,HAI RAGIONE,ANCK IL MIO PAPA’ DICEVA COSI.MA SEMBRA KE A ME NON PASSI MAI…CIIAO B DOMENICA

  21. ezio vinciguerra dice:

    🙂 ANCHE A TE GIUSEPPINA E A TUTTA QUESTA BELLA FAMIGLIA CHE SI STRINGE AD UNO SCONOSCIUTO EMIGRANTE DI POPPA CHE NON STA TROPPO BENE

  22. Giovanni Sabatino dice:

    Grazie Ezio e grazie Roberta
    …. come sempre!!!!!!!

  23. Grazie Ezio e grazie a tutti!
    Aggiungo una cosa: non sono parole mie, ma le avevo lette sul sussidiario delle scuole elementari. Non ricordo l’autore … è passato troppo tempo 😉

    Ricordo ancora che, nel mio piccolo mondo, non avendo ancora visto il mare, la storiella (per me) era “ambientata” sulle rive del lago di Garda.
    Avete presente le due rive?
    Per la futura ammiraglia88, ancora bambina, “di là dal mare” era la cittadina di Limone e la formichina la “vedevo” a Malcesine.

    Nonostante la tristezza del racconto, mi sa sorridere, oggi, pensare che questa potrebbe essere stata “la base” della mia “pazzia” marinaresca. Chissà …
    Se ci pensiamo … quanta immaginazione hanno i bambini e quanto riescono a fantasticare!

    Buona domenica!

  24. Leni Bessega dice:

    Grazie Roberta,
    oggi ti porterò un fiore virtuale e lo appoggerò sul nostro cuore…

  25. Silvana Pucci dice:

    Ciao Ezio,
    E’ l’abbraccio più bello,più caldo,più dolce,più forte e più “tremendamente” rassicurante anzi oso dire anche più sensuale(perchè il nostro mare lo è..) che io abbia mai avuto.Grazie”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *