Bassa Marea (Loris Babini)



Bassa Marea
(Loris Babini)

Sono sorprendentemente solo
e in lontananza pochissime persone,
come sparsi e lenti puntini in cerca della loro lettera.
Quanto spazio lascia oggi il mare!
Pare farlo proprio per offrirmi di descriverti
poiché l’onda piatta si avvicina e si ritrae, silenziosa,
sempre più lontano dalle mie impronte
aumentando di volta in volta lo spazio di una riga,
come fosse un ripetuto sorridente invito ad essere complici.
Ma quello spazio, pur vasto, non basta
se non per raccontare dei tuoi occhi
e lui, il mare, che lo sa, aggiunge la vastità di se stesso.
Ma non basta ancora,
se non per dire del tuo corpo.
Così, dalla linea di contatto col cielo, il mare,
intercede chiedendogli di sommarsi,
tanto che io possa narrare anche della tua anima,
trovando finalmente tutto lo spazio indispensabile per spiegare.
QUANTO SEI BBELLA
maiuscola scritta sulla sabbia
con la mano guidata dall’ ultimo raggio di sole,
che indugia, prima del tramonto
e pare farlo per noi.
Grazie marea!!

Questo articolo è stato pubblicato in Poesie, Recensioni. Permalink.

18 risposte a Bassa Marea (Loris Babini)

  1. Bella poesia, complimenti Loris.

    Grazie Ezio per avercela fatta leggere.

    Buona giornata. Ciao ciao
    Roberta

  2. MADDALENA NATALE dice:

    notte anche a te ma con questo vento…

  3. Francesca D'Amico dice:

    preferisco il vento che non il temporale…sai che ho paura.. ; tutto il giorno con il mal di testa sono stata ora..riesco a “ragionare un po’

  4. ezio vinciguerra dice:

    Grazie Loris …Un abbraccio grande come il nostro mare e “rombante” come la “vita” di un motore.
    Ezio

  5. ezio vinciguerra dice:

    iCiao Roberta,
    come stai?
    Io bene.
    Pian pianino cercherò di pubblicare tutto e ti faccio sapere che Loris mi ha mandato una recensione sul mio libro a dir poco commovente …che pubblicherò oltre a sue altre poesie.
    A distanza di quasi due anni non mi aspettavo che la gente ci seguisse così tanto. E’ bellissimo.
    Continuiamo su questa rotta.
    Ti abbraccio e ti stringo forte forte al cuore. Ezio
    P.s. Per queste festività devo stare attentissimo alla dieta dall’unica volta che ci siamo incontrati
    ho perso tantissimi chili … chissà se mi riconosceresti. Però, a parte qualche valore da controllare
    tutto ok.

  6. Roberta -ammiraglia 88 dice:

    Ciao Ezio,

    anche qui va tutto bene e, per stare in tema: a gonfie vele!
    Sono felice che il tuo blog sta andando benissimo e che ti dà soddisfazioni.
    E’ fatto bene ed è sempre aggiornato, oltre ad avere il pregio di “avere dietro” una ottima persona che pensa molto agli altri e alla solidarietà. Complimenti!
    Che i venti ti siano sempre favorevoli!

    Ma come, ti sei messo a dieta? Ma per scelta o per dovere? Spero che sia solo per scelta e così potrai anche fare qualche strappo alla regola per le prossime festività.
    Buona giornata ciao ciao

    Roberta

  7. ezio vinciguerra dice:

    Ciao Roberta,
    in questi ultimi due anni mi hanno diagnosticato parecchie malattie che per fortuna adesso cerco di
    tenere sotto controllo. Mi piacerebbe potertene parlare un giorno di presenza.
    Ero addirittura arrivato a 104 chili fra farmaci, ecc. ecc. Adesso sono sugli 80 (ero sceso quasi a 74 ma non riesco ancora a stabilizzare definitivamente 74 /80 è il peso ideale che dicono i dottori per la mia massa corporea).
    La Marina mi ha posto in congedo per le malattie anche se io non volevo proprio.
    Ed allora ho deciso di continuare la mia missione, la nostra missione, dal 1 gennaio di due anni fa con la
    voce del marinaio (qualche mese prima ci sono stati i segnali del mio deterioramento …e non solo mio, ma se guardi attentamente il sito anche quelli di amici fratelli e altro…)
    Non vorrei tediarti e neanche farti preoccupare la vita è un bel sogno e, come strillo a chi mi sta accanto, è la prima che Lui ci ha donato con l’amore.
    Tu, carissima, pregiatissima e preziosissima Roberta mi sei stata vicino come un angelo custode.
    Ti abbraccio sempre più forte al mio cuore fino a a quando ne ho la forza.
    Ezio

  8. Teresa Todini dice:

    buongiorno Ezio …..un abbraccio di cuore …un bacione

  9. Gaetano Mustica dice:

    “L’arcobaleno io lo vedo come il sorriso terso e pulito della terra che s’è lavata la faccia dalle brutture che la infangavano”

  10. Roberta -ammiraglia 88 dice:

    Ezio … grazie mille per quello che hai scritto. Mi lasci senza parole.

    Hai ragione, è proprio un’avventura!
    Pensa che il mio primo sito è nato così, quasi per gioco. Mi sono messa a “smanettare” con il pc. Lì avevo trovato il mio spazio per fare quello che volevo, per impaginare, “giocare” con le pagine bianche. Piano, piano mi divertivo a creare.

    Le pagine, con il tempo, sono aumentate, la passione anche, come pure la voglia di far conoscere il veliero dei miei sogni e soprattutto “i contatti”.
    Quanta “bella” gente mi ha, sempre di più, contattata. Quante “belle” persone hanno comunicato con me, parlando di navi, di mare ed anche chiacchierando del più e del meno.

    Quanto è bello il nostro mondo, quante persone sono semplici eppure hanno un cuore così grande, che bello confrontarsi con gli altri, con altre realtà.
    Insomma è una bella “avventura” che ha tantissimi lati positivi.

    Lunga vita al tuo blog. Sei sulla rotta giusta! Pale a prora …

    Buon vento!
    Roberta

  11. Daniela Lazzeri dice:

    …malinconici pensieri un malessere interiore che condivido ma lassù dietro quelle nere nubi sorge sempre il sole…bisogna crederci…intensa e profonda riflessione tiriamoli fuori quei sogni dal baule …lasciamoli vivere

  12. Margherita Repetto dice:

    Le parole sono l’ombra delle pietre si cui è scolpito il silenzio… danzano sovente sul calar della sera e come le streghe si appropriano della voce svestendo le forme del suono…

  13. OSPEDALE BAMBIN GESU ROMA dice:

    La forza dell’abbraccio
    in quell’attimo
    tutto svanisce
    è come rinascere
    ridisegnare un identità
    negata o taciuta
    incontrarsi in uno specchio
    del tempo
    e scoprirsi più simili di ciò che pensavamo
    è essere insieme senza esserlo
    è una fonte di ispirazione
    improvvisa
    accecante, soffocante
    e sublime
    chiamare a sè
    tutte le verità nascoste
    ridere davanti a se stessi
    per la semplicità che implica
    e che tanto spaventa
    è un grido nel silenzio
    e l’estasi sensuale
    è una speranza
    e mai un illusione
    parla di ciò
    che non abbiamo
    il coraggio di confessare
    neppure a noi stessi
    parla di pelle
    di un odore
    di un calore
    che come droga
    stordisce e rende euforici
    parla di un vuoto riempito
    con la fatica e la rabbia
    la paura di non saperlo
    fare o di esprimere
    ciò che non è accettabile
    alla coscienza….
    e tu
    sveli tutto di te
    ti spogli
    ti liberi
    fra le braccia
    e poi voli…….
    voli
    voli
    dove
    non sai………dal web

  14. Mi Manchi dice:

    La libertà è il diritto dell’anima di respirare.

  15. Roberta - Ammiraglia88 dice:

    Grazie! Grazie mille di avermi fatto leggere questa “vita”.

    Come ho già detto ad Ezio, grazie ai nostri siti abbiamo avuto modo (e l’avremo certamente ancora) di poter leggere “storie” vere, storie vissute, storie più o meno belle.
    E’ bello conoscere questo mondo, essere in contatto con persone semplici, ma con un cuore immenso. A volte questo mondo sembra “stressato”, sembra freddo, ma quando si possono conoscere persone così, come Loris, come Ezio, è un vero piacere ed è bello (anzi per dirla come farebbe Lorsi … è BBELLO) sapere che il mondo per fortuna non è tutto come quello che appare giornalmente, nella vita stressante quotidiana e lavorativa.

    Buon vento!

    Roberta

  16. Loris Babini dice:

    A Roberta e Ezio

    Nel ricambiare l’augurio di serene feste vorrei ringraziare per le parole di profonda considerazione e, ancora una volta, per le pubblicazioni dei miei scritti. Un augurio per i vostri siti: “AD MAJORA” ovvero “verso cose più grandi”. E’ un motto latino adottato dal nostro Lughese illustre Maggiore Francesco Baracca. Quanto alle mie “confidenze” sono un pò tristi e per bilanciarle, posso dirvi che al di là della collocazione logistica scomodissima e dei disagi (la luce elettrica arrivò nel 1964) la vita agreste che ho conosciuto fino a 19/20 anni aveva un suo fascino di: natura, tranquillità, solidarietà e sogni che è valso la pena vivere e che torno a rivivere anche oggi nei miei ricordi e talvolta fra le righe di quanto scrivo.

    Buon Natale e Buon Anno a voi e alle vostre famiglie.
    Loris Babini

  17. Roberta - Ammiraglia88 dice:

    Grazie Loris.

    Hai ragione la natura è sempre una cosa meravigliosa e certe cose, seppur con i tanti lati negativi, certamente erano positive.
    Io sono nata nel 1969, quindi tante cose “le ho trovate già pronte”, però ti posso dire che fino a 7 anni ero figlia unica e senza gente della mia età con cui giocare. Quando infatti hai parlato di essere soli, lontani dal centro città, io ci aggiungo senza il telefono … ti capisco. Poi per fortuna, dopo tanto insistere, i miei genitori si sono decisi a “comprarmi” un fratellino. Certo che 7 anni di differenza a quell’età sono tanti. Quando mi “sarebbe servito” per giocare era troppo piccolo, poi io troppo “grande” ed impegnata a studiare di più per via del tipo di scuola. Insomma ho fatto vita molto solitaria. Anch’io però ho vissuto in mezzo alla campagna, alla natura, alle fantastiche bellezze del creato. Si giocava con poco ed era molto più divertente di quel che vedo fare adesso alla bambina della mia amica. Insomma … bei tempi! Pochi soldi (lavorava solo mio padre, ed era solo un commesso di negozio), ma non ci ha fatto mai mancare l’indispensabile (nemmeno adesso), si apprezzava tutto, soprattutto le piccolissime cose. Se dovessi tornare indietro lo farei subito. Poche cose, ma fatte con il cuore e con sentimento.

    Nel fine settimana ho finito di leggere le tue belle poesie (ti avevo detto che avrei assaporato con calma il tutto). Complimenti! Bel lavoro!
    A quando la prossima raccolta?

    Contraccambio gli auguri di un sereno Natale ed un fantastico 2012.
    A presto!

    Roberta

  18. ezio vinciguerra dice:

    Miei carissimi, pregiatissimi e preziosissimi Roberta e Loris, maestro di vita…

    …in certi periodi della vita scrivere è un’insenatura tranquilla dove ripararsi, altre volte è mettere la barca in mare senza sapere dove s’andrà a ripararsi, altre un debole “lasco” consumando pane e cacio, ma sempre è un po’ mettersi a nudo e tuffarsi in questa piscina affollatissima.
    Sorrido per questo mio sproloquio … anche se il mio desiderio, le mie elucubrazioni bramano per avere dato un senso compiuto all’opera prima di un emigrante di poppa.
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *