La mucca siciliana che voleva emigrare

di Rossana Tirincanti

Il 22 maggio scorso una mucca siciliana, in fuga verso la Calabria, è stata recuperata nello Stretto di Messina, continuerà ad essere trattata come macchina da latte in allevamento!
Nuotava liberamente nello Stretto dalla Sicilia verso le coste della Calabria, scappata da qualche giorno da Castiglione di Sicilia, tra le pendici dell’Etna. Aveva percorso i sentieri di campagna, poi il fiume Agrò, attraversato la cittadina di Santa Teresa Riva per tuffarsi in mare: destinazione il Continente. A circa un miglio di distanza dalla costa è stata però notata e sono scattati subito gli interventi per recuperarla.
Così è durata poco la sua fuga verso la libertà, sarà costretta a ritornare alla sua vita…ad essere considerata “macchina da latte” e quando sarà troppo anziana perderà il diritto di essere considerata un soggetto e diventerà un oggetto chiamato carne per soddisfare i palati umani!

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Emigrante di poppa, Marinai, Sociale e Solidarietà. Permalink.

Una risposta a La mucca siciliana che voleva emigrare

  1. Marino Miccoli dice:

    Singolare e divertente l’accaduto narrato dalla signora Rossana.
    Non fosse altro che per il coraggio che ha dimostrato di possedere affrontando lo stretto a nuoto… quella simpatica mucca di razza NATANTE merita la libertà! Se l’è guuadagnata proprio!
    Marino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *