Cantu a la me terra


Cantu a la me terra
di Cinzia Caminiti

Vurrìa cantari ‘ na canzuna nova
e dari un novu sonu a chista vita
vita di cu non havi mai abbentu
la strata, na valigia e accussì sia.

Mari, cielu, ventu ed ogni tantu un portu
suli, sciroccu, sali na vota tantu un lettu
la musica non cancia è sempri ‘a stissa
lu sacciu jù e lu sapi cu m’aspetta.

M’aspetta la me terra scunsulata
‘nnacata comu a mia di lu marusu
sbattuta comu a mia di la timpesta
ca ‘un sapi chi è 1’amuri ed è puisia.

Terra ca mi facisti ‘i naca e di mammana
dammi n’ajutu a fari ‘sta canzuna
dammi l’accordu e jù cci mettu a vuci
facemu un cantu novu tu ed ju.

Fatti ‘mpristari i noti di lu suli
jù cci ‘ddumannu a l’acqua l’armunia
all’aria cci spijamu li paroli
vidi chi cantu veni, Terra mia!

Questo articolo è stato pubblicato in Il mare nelle canzoni, Poesie, Recensioni. Permalink.

25 risposte a Cantu a la me terra

  1. Carmelo Scimone dice:

    sublime canto alla terra nostra

  2. Marco Angelo Zimmile dice:

    Spettacolo….

  3. Lilly Arezzo della Targia dice:

    peccato che malgrado le mie origini non ci capisca nulla.

  4. Ezio Pancrazio Vinciguerra dice:

    è un lirica bellissima che molto probabilmente diverrà una canzone

  5. Lo Verme Gaetano dice:

    abbracciaci “madre terra” vesti di luce e di azzurro questo amore lascia che viva come il più bel fiore noi ti doniamo la nostra scelta d’amore..Grazie Ezio! bellissima e profonda poesia!

  6. Rosanna Sofia dice:

    bellissimaaaaa!!!

  7. Ezio Pancrazio Vinciguerra dice:

    Cinzia è un artista molto sensibile che ama moltissimo il teatro, il canto e naturalmente la sua e mia terra.

  8. Marco Angelo Zimmile dice:

    Se serve una mano per l’arrangiamento sono a disposizione!!

  9. Lilly Arezzo della Targia dice:

    ‎@ gaetano grazie x la traduzione.

  10. Gaetano Mustica dice:

    Tutta bella, in ispecie l’ultima strofa. Ciao caro Ezio.

  11. Cinzia Caminiti Nicotra dice:

    una sorpresa bellissima, grazie a tutti per gli apprezzamenti e un grande bacio al mio amico Ezio.

  12. Salvatore Spoto dice:

    Sei grande, caro Ezio, il tuo cuore è carico di sensazioni, emozioni e poesia che lo fanno grande come il mare.

  13. Carmelo Pagano dice:

    Ezio è bellissima!!!

  14. Sicilia Tradizioni dice:

    Fatti ‘mpristari i noti di lu suli
    jù cci ‘ddumannu a l’acqua l’armunia
    all’aria cci spijamu li paroli
    vidi chi cantu veni, Terra mia!……bellissima Cinzia!

  15. Cinzia Caminiti Nicotra dice:

    Caro Ezio, intanto ti ringrazio per aver pubblicato la poesia…. non avrei mai pensato che potesse piacere così tanto…. beh, che posso dirti mi fa molto piacere. Ti scrivo questo messaggio perchè forse nello trascriverla c’è stato un errore, probabilmente, di battitura. Riguarda il termine malus che invece nel testo è “marusu” che vuole significare moto ondoso,,, solo che noi siciliani siccome siamo fatti di poesìa gli diamo questo nome quasi intraducibile…. Ti abbraccio forte, ti ringrazio ancora e sempre spero di vederti una volta o l’altra. Ciao

  16. Ezio Pancrazio Vinciguerra dice:

    Provvedo a correggere… ti voglio bene!
    Un abbraccio a te e ai tuoi cari.

  17. Cinzia Caminiti Nicotra dice:

    ‎Salvatore Spoto ci incotriamo spesso, ultimamente…. che piacere!!!! sei amico di Ezio? allora sei anche mio. Un abbraccio.

  18. Salvatore Spoto dice:

    ‎@Cinzia – Sono amico di Ezio, sono amico della cultura. Sono amico del teatro perchè nato nella casa natale di Angelo Musco. Anche io ti seguo con attenzione e ammirazione

  19. Cinzia Caminiti Nicotra dice:

    L’hai ricevuta la canzone?

  20. Giuseppe Orlando dice:

    ‎…bellissima la poesia, conb l’accordo giusto e la voce del cuore, certissimo che nascerà una BELLISSIMA CANZONE.Grazie Cinzia e grazie Ezio….che continui sempre a darci emozioni.

  21. Ezio Pancrazio Vinciguerra dice:

    Carissimi amici, ma sarebbe meglio chiamarvi “emigranti di poppa” con la Sicilia nel cuore, leggere i vostri commenti è per me una gioia immensa. Vi abbraccio e vi stringo forte forte al cuore.

  22. Salvatore Spoto dice:

    Cinzia! Mi batte in testa una idea che sto cercando di realizzare: perchè non trasformare Catania e la zona dell’Etna in un grande teatro? Io ho provato con piazza Currò, (pescheria) dove, povero ma felice, ho messo in scena la storia della più antica strega del mondo (è Catanese), adesso voglio presentare il mio ultimo libro sui “pisoli” del Liotro e donare il ricavato in beneficenza per attività culturali. Mi piacerebbe creare un movimento di amici sensibili alla cultura perchè uniti si vince.Sono lontano ma il mio cuore è ai piedi dell’Etna

  23. Cinzia Caminiti Nicotra dice:

    ‎Salvatore Spoto l’idea dei ” pisòli” è davvero bellissima, fammi sapere e dimmi se ti posso essere utile. Quando parli della strega ti riferisci alla vecchia di l’acitu?… anch’io in questo periodo sono impegnata alla realizzazione di uno spetacolo teatrale sulle Tradizioni popolari a cui tengo moltissimo….. te ne parlerò, se vuoi. Catania è una città bellissima dove fervono tante idee e moltissime delle quali molto buone, ricchissima di realtà cuturale è anche una città dove purtroppo nessuno ti da retta, ci vuole molta, molta, moltissima determinazione e forza d’animo…. se mi dai una spinta e m’incoraggi ti segiurò. Ciao a presto.

  24. Salvatore Spoto dice:

    Ciao Cinzia – Ok! Buona notte!

  25. Carmelo Il Poeta Comis dice:

    grazie Ezio del pensiero e grazie Cinzia per le belle parole sulla nostra bella Sicilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *