28 aprile per ricordare le vittime dell’amianto

 

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Recensioni, Sociale e Solidarietà. Permalink.

9 risposte a 28 aprile per ricordare le vittime dell’amianto

  1. Testa Clito dice:

    Grazie Ezio, le tue informazioni sono sempre speciali grazie ancora, ciao.

  2. Monica De Propris dice:

    grazie Ezio molto gentile …….un sorriso non si nega neanche al proprio nemico…e come diceva Gesù o meglio Dio ama il prossimo come te stesso…..comandamento molto dimenticato in questi tempi ….buona giornata Monica

  3. Cluadio Frau dice:

    è tutta una balla inventata dai politici e dai cementieri per convincere gli italiani a cambiare i tetti a spese loro, io ho lavorato con un muratore che per 40 anni ha cambiato eternit, ed io per anni con lui…
    sono cresciuto sotto un tetto di eternit , negli anni 80 eravamo senza controsoffitto… l’ eternit è cancerogena solo in polvere, quindi sono a rischio solo quelli che vivono in prossimità della fabbrica o che ci lavorano dentro…
    l’ inquinamento automobilistico fa ogni anno molti più morti ma nessuno fa niente per diminuire il traffico, è li che bisogna combattere

  4. ezio vinciguerra dice:

    Carissimo Claudio,
    e’ la vita che conta. Nessun essere umano può decidere sulla vita degli altri ne, tanto meno, speculare sulla morte altrui. La vita è il primo dono che Lui ci ha donato…ce ne siamo dimenticati anche in questa settimana in Albis.

  5. Pietro Serarcangeli dice:

    Tutta la mia gratitudine Ezio………..
    Grazie…..Pietro

  6. Giovanni Vittorio Adragna dice:

    Pietro sono rientrato, sono stato assente, per circa 4 giorni, avevo bisogno di cambiare aria, per potermi disintossicarmi dalla città, adesso mi sento pronto ad iniziare nuove lotte, capisco ciò che provi, spero che domani essendo il gran giorno possa almeno tu, avere quei risultati che ti possano aiutare nel prosieguo della lotta. Ciao a domani Giovanni

  7. Pietro Serarcangeli dice:

    Ciao Giovanni, bentornato fratello. So che domani sarai con noi……..non ho mai avuto dubbi. Poi ti farò il resoconto dettagliato e ti dirò se il convegno sarà stato un “flop” oppure un successo……Ciao Fratello….Ti abbraccio……Pietro

  8. ezio vinciguerra dice:

    Comunque vada il convegno 4.000 vittime all’anno non sono poche e anche se fosse una sola vita di un lavoratore onesto vale più di quelle canaglie che sapevano ed hanno taciuto.
    Purtroppo il picco è nel 2025 e capite meglio di me che ogni colpo di tosse ci allarmerà per tutta la vita.
    Vi abbraccio Ezio

  9. Pietro Serarcangeli dice:

    Pietro Serarcangeli Grazie Amici…….ma che fatica!!!!Oggi sono uno straccio…..sono crollato……ma…….domani si ricomincia……..Pietro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *