Vincenzo Dobboloni per tutti Mastro Cencio

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Se un amico mi chiedesse il motivo per cui debba visitare Civita Castellana in provincia di Viterbo, non esiterei un istante a rispondere perché è una città d’arte.
Se poi quell’amico dovesse chiedermi ancora che cosa visitare, gli consiglierei di parcheggiare la macchina all’ingresso della cittadina falisca e percorrere Via SS. Giovanni e Marciano.
Cinquecento metri di panorama mozzafiato.
Noterebbe l’imponente Forte Sangallo sulla sua sinistra, il monte Soratte  che domina imponente l’Agro Falisco visto dalla passeggiata del  Belvedere e, appena passato il ponte medievale, prima di giungere nel bellissimo  Duomo dei Cosmati,  la Bottega d’arte di Vincenzo Dobboloni per tutti conosciuto come “Mastro Cencio”.
La bottega di Mastro Cencio è diventata un’importante documentazione per l’arte del passato e propone ai visitatori un’ampia campionatura di quanto lo stesso artista produce.
La ceramica tradizionale sapientemente lavorata al piccolo tornio da Vincenzo le cui opere d’arte, veri gioielli di pregiata manifattura artigiana, spaziano tra presente e passato.
I vari riconoscimenti artistici conferiti a Mastro Cencio tra cui quello della Regione Lazio e più in generale quello conferito alla stessa Civita Castellana come città d’arte e della ceramica, danno ancora di più  l’importanza di ciò che si visita e soprattutto come avvicinare l’artigianato all’arte, come fosse il mezzo per andare alla ricerca di un modo di essere e di divenire.
Mastro Cencio, sente la necessità di far conoscere i prodotti del proprio lavoro per mezzo delle sue qualità artistiche, sviluppando una vera e propria filosofia il cui obiettivo è quello di fornire un servizio in tutti i settori artistici della nostra storia.
Con la creazione della bottega, l’artista ha esteso il suo contributo al recupero del nostro patrimonio artistico culturale, ciò a riprova di una sensibilità fattiva e della volontà di mettere a disposizione l’esperienza fin qui acquisita, perché la riproduzione di falsi può essere vista come una delle principali fonti per lo studio e la sopravvivenza dell’arte e della cultura passata. Questo tipo di produzione, desume i cambiamenti nella concezione dell’antico che si sono manifestati nel corso dei secoli e consente non solo di valorizzare nella giusta misura l’importanza di tali documenti, ma soprattutto di penetrare in modo quasi totale lo spirito dell’arte artigiana del passato.

Ulteriori notizie e contatti
Vincenzo Dobboloni in arte Mastro Cencio
Via SS. Marciano e Giovanni, 14
01033-Civita Castellana (VT) – Italy
Mobile : +39 333 9183386
e-mail :
info@mastrocencio.it
http://www.mastrocencio.it/

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Recensioni, Un mare di amici. Permalink.

3 risposte a Vincenzo Dobboloni per tutti Mastro Cencio

  1. Marcello Zotti dice:

    Grazie carissimo Ezio le tue informazioni mi fanno Piacere.
    Ti auguro una splendida Giornata

  2. Maria Rosaria Strafella dice:

    Grazie Ezio dell’informazione!!!!

  3. Gandolfo Maurizio dice:

    Grazie Ezio per questa informazione e per le belle parole che esprimi nei confronti dell’artista Mastro Cencio. Sono certo che farò un salto nella sua bottega… prepara il caffè.
    Spero che tu stia seguendo la festa di S.Agata, si stanno preparando per la salita di S.Giuliano, la puoi vedere su Telecolor. Ancora grazie, un abbracciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *