L’abisso profondo dello Stretto

di Gaetano Mustica


L’abisso profondo dello Stretto
di Gaetano Mustica

“Alti schizzi d’acqua salsa,
marosi irosi
sollevati dai rabbiosi duellanti
nel mare mosso
dai rabbuffi del vento infocato
soffiato dalle froge
delle bestie amare,
colpi di stocco,
spada e fin fioretto
etiamque di martelloni…,
martelli e martelletti
martellanti e sciabolanti
i denti canini di Cariddi
e le grinfie di Scilla dei gatti,
ma ecco che allor s’arrossano i flutti
e spade prive d’elsa
e smanicati martelli
annegano nell’abisso profondo dello Stretto…”
(da “Epos Siciliano”)
Dallo stesso autore sul sito

http://www.lavocedelmarinaio.com/2011/01/i-tre-giorni-della-merla/

http://www.lavocedelmarinaio.com/2011/01/ciullo-e-rosa-fresca/

http://www.lavocedelmarinaio.com/2011/01/semiramis/

http://www.lavocedelmarinaio.com/2011/02/il-somaro-sumero/

Questo articolo è stato pubblicato in Poesie, Recensioni. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *