Il lago d’inverno

di Roberta – Ammiraglia 88
http://www.mondovespucci.com/
http://www.ammiraglia88.it/

Ciao Ezio,
per iniziare bene l’anno nuovo ho voluto andare a vedere il mio mare: il grande lago di Garda, chiamato anche Benaco.
Era il 2 gennaio, era una bella giornata di sole, e non c’erano molte persone in giro.
Amo passeggiare in riva al lago, ascoltare i sussurri delle sue onde, ammirare le anatre che nuotano silenziose. Ce ne sono di quelle carine che tuffano il loro becco alla ricerca di un po’ di cibo, restando curiosamente solo con la coda fuori dall’acqua ed immergendosi praticamente in verticale. Stanno spesso vicino alla riva e l’acqua è talmente limpida che le puoi ammirare mentre zampettano delicatamente e al ritmo giusto per mantenere quella posizione, immerse quasi completamente, sempre con quel codino in aria. Che simpatiche!
Mi ritengo fortunata perché, in pochi chilometri di strada, tutto questo lo posso ammirare e lo posso fare in quasi tutte le stagioni. Evito l’estate perché ci sono turisti dappertutto, c’è traffico e vero e proprio caos, e il mio lago non si presenta come piace a me. E’ ricco di colori, di bagnanti, di barche a vela e di windsurf, è sempre bello, ma nei mesi estivi non riesce a rilassarmi. Nelle altre stagioni invece si presenta “naturale” come piace a me.
Quel 2 gennaio, in pieno inverno, c’era un fantastico silenzio ed era quasi il tramonto. Mi è venuta l’ispirazione per catturare quell’attimo. Ho voluto provare a filmare il sussurro del lago.
Ora posso riascoltare, quando voglio, quel dolce sciabordio. So che, se non posso recarmi personalmente al mio lago, posso rilassarmi anche nella mia camera, accendendo il computer e ascoltando e guardando quel breve filmato.
Roberta

Questo articolo è stato pubblicato in Racconti, Recensioni. Permalink.

3 risposte a Il lago d’inverno

  1. Marino Miccoli dice:

    Questo pregevole scritto di Roberta è descrittivo come un dipinto di un paesaggio eseguito da un valente artista; in esso si ritrovano colori ed emozioni che anch’io ho provato, quando nella ormai lontana estate del 1993 mi trovavo per lavoro a Torri del Benaco.
    E non posso che confermare… il lago di Garda è una vera e propria perla nell’Italia dei mille luoghi incantevoli!
    Brava Roberta!

  2. Filippo Bassanelli dice:

    Come al solito nelle foto ed altro meriti sempre i miei complimenti da vecchio Marinaio e Etrusco.

  3. Pazienza dice:

    Ciao Ezio sei grande.
    Ho saputo del tuo libro e’ bellissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *