Aldebaran

New Trolls (…il mito)

No, la pace intorno a me
Non bastava più.
Là,sentivo marinai che cantavano
Aldebaran: andare, andare, andare, lontano sempre.
Aldebaran, dal niente si partì verso il niente.
Quanti? Non lo so.
Anch’io avrò il diritto anch’io di decidere
Se, ho voglia di sparare o di arrendermi.
Aldebaran: più in alto, in alto, in alto, dei falsi dei.
Aldebaran, mi ha messo in tasca trenta denari
Ma non miei!
Dove sei?
Come sei?
Se ci sei Terra dei fratelli miei
Dove sei?
Come sei?
Terra dove vivrò con Lei
e col suo corpo che vuole vivere.
Lei, che ha ancora poesie da comprendere!
Aldebaran: e sento, sento, sento nel cuore stelle
Aldebaran, antiche misteriose sorelle, sempre, sempre Là…

Questo articolo è stato pubblicato in Il mare nelle canzoni, Un mare di amici. Permalink.

Una risposta a Aldebaran

  1. Becky dice:

    Aaah favolosi li adoro ! li ho visti questo week end a Tornano (RI) sono stati favolosi! Sopratutto quando hanno cantato Faccia di Cane 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *