Sole

(Enrico Scurrini)

Si affaccia dal balcone della notte,
rompendo il cielo con raggi di sole
dove luce del mattino inebria la nuova essenza,
anima di un alba che segna il nuovo giorno.
Con luce accecante nasci dal mare,
per alzarti nell’immensità del cielo,
casa del Divino tuo essere,
dove regni imperterrito
con grande amore.
Ogni spazio occupi in questa nascita,
elevandoti così in alto,
e il tuo caldo raggio
abbraccia i nostri corpi,
chiudendoli come fiocco
del tuo grande calore.
Formi arco nel cielo della vita,
a volte nascosto da nuvole bianche,
e come contorno del tuo animo nobile
colori questo cielo sopra di noi.
Ecco giunto il momento della tua Pace,
che raggiungi quando tocchi il mare.
Come ombra illumini la linea dell’orizzonte
spegnendoti come fuoco di vita.

(dal gruppo facebook “diamo a Lillo un’opportunità di una vita migliore”)

Questo articolo è stato pubblicato in Poesie. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *