Nelle nostre mani

(Leo Buscaglia)

Ecco,
non so come la pensiate voi,
ma io non penso che l’essenziale
sia il mio corpo.
Non so come la pensiate voi,
ma io non penso
che la mia istruzione sia l’essenziale.
Non credo che l’essenziale,
per me,
sia la mia casa o la mia macchina o i miei vestiti.
Che cos’è l’essenziale, per me?
Io credo che l’essenziale
sia vivere e abbracciare la vita,
ora, dovunque io sia.
La stringo tra le braccia!
Non perdo tempo a piangere sull’ieri
…ieri è finito!
Dimentico il passato.
Non voglio passare il resto della mia vita
a muovere rimproveri
e a puntare l’indice.
Il presente
è il dono che Dio vi ha fatto,
e il modo in cui l’usate
è il dono che voi fate a Dio.
La vita è nelle vostre mani.
Potete scegliere la gioia, se volete,
oppure potete trovare la disperazione
dovunque guardiate.
E’ tutto vostro.

Questo articolo è stato pubblicato in Poesie. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *