Marinai si nasce o si diventa?

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra


Il mare ci ha resi così.
Dicono che siamo persone straordinarie; dicono straordinarie perché siamo capaci di fare cose sopra l’ordinario: dall’affrontare una lunga navigazione a rammendarci calzini bucati; pronti a spegnere un incendio divampato nel cuore della notte o saper cucinare succulenti piatti prelibati. Pronti a dare assistenza a chiunque, nel mare e col mare, a costo della nostra stessa vita e raccontare allo stesso tempo storie vere e inventate. Sempre allegri ma con gli occhi tristi.
Marinai si nasce ma soprattutto si diventa con la consapevolezza di fare qualcosa di utile per il prossimo. Dobbiamo essere orgogliosi di quello che siamo.
I nostri cari ci amano e ci adorano per questo. Il nostro è un lavoro straordinario, ma è meglio definirla missione per conto del Supremo, che viviamo costantemente al fianco del nostro inseparabile compagno chiamato MARE.

Questo articolo è stato pubblicato in Racconti. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *