La macchia d’olio

di Mattia Bravo

Nell’infinito buio creato da chi crede di illuminare il mondo circostante, mi trovo spesso a stimolare chi non si vuole arrendere, chi rifiuta lo stato immobile delle cose, o la strada del potere fatto di negazione e divieti.
Da sempre rifiuto il concetto per il quale nella nostra minuta dimensione singola nulla possiamo di fronte ai cosiddetti “potenti”.
Credo invece che la macchia d’olio che si diffonde, sia la vera forza di chi la pensa diversamente, di chi rifiuta quotidianamente il prevaricare della burocrazia e dei falsi e inutili poteri.
Ogni giorno abbiamo il dovere morale di diffondere il nostro pensiero, non dobbiamo sconfortarci se magari ci sentiamo in quel momento piccoli.
Davide sconfisse Golia perché non ebbe paura, perché lo sorprese per la sua determinazione.
Ogni giorno la macchia d’olio si deve diffondere, i valori vanno al di là di qualunque costrizione, e vinceranno sempre.
Ogni giorno compiamo una “buona azione” nei confronti di chiunque cosicché ogni giorno una goccia farà estendere la macchia.
Ogni giorno conquisteremo più spazio e potremo con forza fare sentire la nostra voce, e una sfolgorante luce pervaderà l’orizzonte.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Racconti, Sociale e Solidarietà. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *