Il secondo triangolo delle Bermude

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Il triangolo maledetto delle Bermude avrebbero una specie di malefico “doppione” nell’Oceano Indiano, precisamente nelle isole Nicobare a nord-ovest di Sumatra.

Anche qui come nelle famigerate isole dell’Atlantico si sarebbero verificate numerose ed alquanto misteriose scomparse.

Se ne cominciò a parlare nel 1960 quando un rapporto della marina birmana segnalò in quella zona la scomparsa di una intera flotta di pescherecci che erano finiti fuori dalle acque territoriali. Negli anni seguenti molte altre imbarcazioni di vario tipo svanirono nel nulla una volta entrate nella zona delle Nicobare. Poi fu la volta, nel 1972, di William Grinsell e delle sua famiglia. L’uomo, un ricco industriale americano trasferitosi a Sumatra per ragioni d’affari, si diresse un giorno si settembre verso le isole in questione per una gita a bordo del suo motoscafo. Non fece mai più ritorno a casa e i quattro membri dell’equipaggio: lui, sua moglie Anne, e i due figli di sedici e tredici anni scomparvero per sempre dalla faccia della terra. Un radioamatore captò però uno strano messaggio proveniente dal “Diana II”, l’imbarcazione di Grinsell. L’uomo stava cercando disperatamente un aiuto; parlò di una strana e fitta nebbia che si era sollevata all’improvviso e di un fischio sinistro che rischiava di “farli impazzire”. Poi il silenzio più assoluto.

Da allora molte altre imbarcazioni sono andate disperse presso le Nicobare e il mistero continua.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *