Il racconto delle sirene

di Giovanni Marini

SI RACCONTA CHE IN UN TEMPO ORMAI LONTANO, TRA LEGGENDA E FIABA, ASCOLTARE I CANTI DELLE SIRENE PORTAVA I MARINAI NELLA CONDIZIONE DI ESSERE FACILMENTE RESI IMPOTENTI, AD OGNI SORTA DI REAZIONE, IN QUANTO AMMALIATI DA QUELLE ODI VENIVANO PORTATI A VIVERE QUELLA SE PUR TEMPORANEA INCAPACITA’ “IRREALE“ COSTRINGENDOLI AD OGNI SORTA DI OBBEDIENZA.

ORA MI CHIEDO SE VIVIAMO ANCORA QUEL TEMPO LONTANO, SE L’ASSUEFAZIONE DI “ CANTI “ CHE SPADRONEGGIANO NELL’ETERE CI AMMALIANO ANCORA, PORTANDOCI AD ESSERE SOGGETTI NON REATTIVI ALLE AVVERSITA’.

SI SA CHE I MARINAI DA SEMPRE FORTI NEL CORPO E NELLO SPIRITO, SOPRAVVIVONO AD OGNI SORTA DI INTEMPERIA, MI CHIEDO ULTERIORMENTE

SE SIAMO CORPI CONDIZIONATI DA “CANTI CONTINUI” CHE CI RENDONO MENO FORTI DI QUELLO CHE SIAMO O VORREMMO ESSERE.

INTANTO LE SIRENE CONTINUANO A… CANTARE.

Questo articolo è stato pubblicato in Racconti. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *