Il canto delle sirene

G. Marini

Si racconta che in un tempo ormai lontano,
tra leggenda e fiaba,
ascoltare i canti delle sirene
portava i marinai nella condizione
di essere facilmente resi impotenti,
ad ogni sorta di reazione,
in quanto ammaliati da quelle odi
venivano portati a vivere
quella se pur temporanea incapacità “irreale“
costringendoli ad ogni sorta di obbedienza.
Ora mi chiedo
se viviamo ancora quel tempo lontano,
se l’assuefazione di “ canti “
che spadroneggiano nell’etere
ci ammaliano ancora,
portandoci ad essere soggetti
non reattivi alle avversità.
Si sa che i marinai
da sempre forti nel corpo e nello spirito,
sopravvivono ad ogni sorta di intemperia,
mi chiedo ulteriormente
se siamo corpi condizionati da “canti continui”
che ci rendono meno forti
di quello che siamo o vorremmo essere.

Questo articolo è stato pubblicato in Poesie. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *