C’era una volta un ranocchio

di Lilly Arezzo della Targia
C’era una volta una gara …..di ranocchi.
L’obiettivo era arrivare in cima a una gran torre.
Si radunò molta gente per vedere e fare il tifo per loro.
Cominciò la gara.
In realtà, la gente probabilmente non credeva possibile
che i ranocchi raggiungessero la cima,
e tutto quello che si ascoltava erano frasi tipo:
“Che pena !!! Non ce la faranno mai…”
I ranocchi cominciarono a desistere,
tranne uno che continuava a cercare di raggiungere la cima.
La gente continuava : “… Che pena !!! Non ce la faranno mai!…”
E i ranocchi si stavano dando per vinti
tranne il solito ranocchio testardo che continuava ad insistere.
Alla fine, tutti desistettero tranne quel ranocchio
che, solo e con grande sforzo, raggiunse alla fine la cima.
Gli altri volevano sapere come avesse fatto.
Uno degli altri ranocchi si avvicinò
per chiedergli come avesse fatto a concludere la prova.
Fu così che scoprirono…che era sordo!

Morale:
“non ascoltare le persone che hanno la pessima abitudine di essere negative…
derubano le migliori speranze del tuo cuore !
Ricorda sempre il potere che hanno le parole che ascolti o che leggi.
Per cui, preoccupati di essere sempre POSITIVO .
Ma soprattutto…
Sii sempre sordo quando qualcuno ti dice che non puoi realizzare i tuoi sogni!!!

Questo articolo è stato pubblicato in Racconti. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *