Attrito

Giuseppe Ungaretti

Con la mia fame di lupo
ammaino
il mio corpo di pecorella
Sono come
la misera barca
e come l’oceano libidinoso
(G.Ungaretti)

Questo articolo è stato pubblicato in Poesie. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *